Nuvola Fuksas salva: Eur spa vende patrimonio, Colesseo Quadrato no (per ora)

Eur Spa mette in vendita il suo patrimonio per finire la Nuvola di Fuksas entro il 2016, in vendita musei come il Pigorini, salvo per ora il Colosseo Quadrato

La Nuvola from redbox on Vimeo.

Dopo tanti voci e sospetti la crisi di Eur Spa non è più in dubbio, quanto è ormai certo che per recuperare i 133 milioni di euro necessari per salvare la Nuvola di Fuksas, l'assemblea dei soci (90% ministero dell'Economia e 10% Roma Capitale) ha deciso di alienare i suoi beni e modificando dell'articolo 4 dello statuto ora è in grado di vendere il suo patrimonio storico. Una svolta per il presidente dell'Eur Spa Pierluigi Borghini.

"È una svolta per l'Eur Spa, che prevede il ripianamento completo dei debiti con la copertura delle necessità finanziarie passate e future, compreso il completamento delle opere in corso, dalla Lama alla Nuvola all'ex Picar. Un grosso intervento: dalle alienazioni prevediamo di incassare circa 300 milioni di euro o più".

Patrimonio Eur spa - Nuvola Fuksas

Un patrimonio che contai immobili di pregio storico, artistico e architettonico, ideati per l'Esposizione Universale del '42 e per le Olimpiadi del '60, dal celebre Palazzo della Civiltà Italiana o Colosseo Quadrato, simbolo del quartiere Eur, al palazzo dell'Arte Antica che annovera tra i progettisti Ludovico Quaroni.

Dal Museo etnografico Pigorini al Museo della Civiltà Romana con annesso Planetario e il Palazzo dei Congressi firmato da Adalberto Libera. Il Palazzo dell'Autarchia, sede dell'Archivio Centrale dello Stato e il palazzo Mostra dell'Agricoltura, il Palazzo dello Sport di di Pier Luigi Nervi e Marcello Piacentini e la piscina delle Rose, insieme ai 70 ettari di parchi e giardini ideati dal paesaggista Raffaele De Vico.

"Al momento non è prevista la vendita del Colosseo Quadrato, anche se da oggi statutariamente è possibile. Stiamo ragionando invece sulla vendita dei musei: il Museo delle Tradizioni popolari, il Pigorini e il Museo dell'Alto Medioevo".

Detti immobili che, per ora salvano il Colosseo Quadrato, comunque vendibile, saranno messi in vendita a soggetti pubblici e privati, per recuperare fondi necessari a finire i lavori del nuovo centro congressi dell'Eur, progettato da Massimiliano di Fuksas, che potrebbe essere consegnato entro la metà del 2016. In questo modo i beni oggi locati allo Stato lo rimarranno, ma questo dovrà pagare l'affitto ai nuovi proprietari.

Entro il 24 aprile Eur Spa dovrà presentare al tribunale la proposta di ristrutturazione che si prenderà altri 60 giorni per omologare, prima di passare alla fase operativa di vendita e vedere arrivare entro l'anno le prime disponibilità finanziarie, ma è lo stesso presidente Borghini a precisare come con gli immobili salterà anche il 30% dell'organico della società.

"Nel momento in cui la svolta diventerà esecutiva con il piano di ristrutturazione dovremo rinunciare a un 30% dell'organico della società. Dovremo fare una verifica interna su quali sono queste figure professionali, circa 40 persone".

Colosseo Qaudrato Eur - in vendita

La cosa però potrebbe non essere così semplice, dal momento che non manca chi non è affatto favorevole a vendere il patrimonio museale per fare cassa, dal ministro della Cultura Franceschini al sindaco di Roma Ignazio Marino.

Foto | Blogo
Gallery |

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail