Mense scolastiche: nuovo bando e nuovi menù

mensa scolastica E’ un pensiero continuo delle mamme: come mangerà a scuola? Mangerà abbastanza? Gli alimenti saranno freschi?

Da oggi in poi i genitori potranno preoccuparsi di meno in quanto c’è aria di cambiamento nelle mense scolastiche, e sembra che le tariffe per le famiglie rimarranno invariate.

L'Assessorato comunale alla Scuola lancia, infatti, un nuovo bando, aperto fino al 28 maggio, per assegnare l’appalto alle ditte che riforniranno le mense a scuola. Chi vincerà l'appalto rifornirà le mense per cinque anni, non più per tre come capitava fino ad oggi.

I dettagli dei servizi sono stati redatti con la collaborazione di dietiste, dietologi, pediatri ed esperti di alimentare biologico. Nel concreto, si passera al ‘biologico’ per la maggior parte degli alimenti come pane, olio, formaggi e succhi di frutta. Sui piccoli tavolini saranno serviti carni bovine di razza pregiata, suine, d'agnello e insaccati, e assolutamente alcun alimento Ogm.

Per avere una "freschezza garantita", si utilizzeranno prodotti ortofrutticoli serviti entro tre giorni dalla raccolta e una scadenza dimezzata per ogni altro tipo di alimenti. Ci saranno antipasti di verdura fresca cruda, fragole e ciliege una volta a settimana tra maggio e giugno, frutta, solo di stagione, anche per la merenda del pomeriggio. Per lo spuntino di metà mattina, al posto della crostatina che non è piaciuta ai bambini, plumcake, croissant o panini con mortadella o prosciutto crudo.

Sarà presente la cucina regionale laziale e sarà d’obbligo, una volta al mese, un menù tipico delle principali comunità straniere presenti a Roma. Inoltre sarà obbligatorio (non più solo consigliato) anche l'uso di prodotti del commercio equo-solidale.

Mamme, secondo voi dobbiamo stare più tranquille?

I dettagli li trovate sul sito del Comune di Roma.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: