22 febbraio 2015: domenica a piedi posticipata di 1 ora da Lazio Palermo

Domenica 22 febbraio 2015, Roma torna a fermare la circolazione delle auto all'interno della sua fascia verde. Dalle 7.30 alle 12.30, e dalle 17.30 alle 20.30 per Lazio Palermo

Spintosi ben oltre statistiche e classifiche da primato, il traffico di Roma e della sua giungla d'asfalto, dal Grande Raccordo Anulare alla Tangenziale, sfiora tali livelli di congestione ed esasperazione, da spingere i più ironici a renderlo capace di fermare qualsiasi cosa, anche le minacce di eventuali attacchi terroristici.

In ogni caso, dopo il 16 novembre, il 28 dicembre 2014 e il 1° febbraio, il 22 febbraio Roma si concede l'ultima domenica ecologica dell'inverno 2015, prevista dal calendario delle limitazioni della circolazione veicolare programmate dall'Amministrazione Capitolina, per tenere a bada smog e polveri sottili presenti nell'atmosfera che incombe sulla città eterna.

Una limitazione della circolazione applicata in ottemperanza al Piano di risanamento della Qualità dell’aria della Regione Lazio, con Ordinanza sindacale n.15 del 22 gennaio 2015, che ha disposto il divieto totale della circolazione ai veicoli a motore, nella zona “Fascia Verde” del P.G.T.U.’ (vedi mappa), in due fasce orarie che vanno dalle ore 7.30 alle 12.30, mentre quella dalle 16.30 alle 20.30, posticipa di un ora alle 17:30 a causa dell'incontro di calcio Lazio Palermo.

"Per assicurare il regolare deflusso degli spettatori della partita Lazio-Palermo, in programma domenica 22 febbraio alle ore 15 allo Stadio Olimpico, il blocco del traffico del pomeriggio, all'interno della fascia verde, inizierà alle ore 17.30, anziché alle 16.30 come stabilito in precedenza. I veicoli potranno tornare a circolare regolarmente dalle ore 20.30. Resta invece invariato l'orario dello stop alle auto della mattina: dalle 7.30 alle 12.30. E' quanto contenuto in un'ordinanza predisposta dall'Assessorato all'Ambiente di Roma Capitale e firmata dal Sindaco di Roma Ignazio Marino".

“il blocco riguarda le fasce di cosiddetta stabilità atmosferica (mattina e tramonto) in cui si registrano maggiori criticità rispetto alla concentrazioni di inquinanti”.

Roma mappa fascia verde 2014

Limitazioni del traffico veicolare dalle quali sono esentate le solite categorie di veicoli riportate di seguito, mentre per i trasgressori che gli agenti riusciranno a fermare è prevista una sanzione di 156 euro, con importo decurtato del 30% se pagata entro 5 giorni.

Categorie veicolari esentate da domeniche senza auto

Dal provvedimento di circolazione veicolare nella zona “ FASCIA VERDE “ del P.G.T.U., nell’orario: 7.30 – 12.30 e 16.30 – 20.30 anche se forniti di permesso di accesso nelle zone a traffico limitato, sono derogate/esentate le seguenti categorie:

1. Veicoli a trazione elettrica e ibridi;
2. Veicoli alimentati a metano e a GPL;
3. Autoveicoli ad accensione comandata ( benzina ) EURO “5”;
4. Autoveicoli ad accensione spontanea ( diesel ) EURO “5”;
5. Ciclomotori a due ruote con motore 4 tempi EURO “2”;
6. Motocicli a 4 tempi EURO “3”;
7. Veicoli adibiti a servizio di polizia e sicurezza, emergenza anche sociale, ivi compreso il soccorso,
anche stradale, e il trasporto salme;
8. Veicoli adibiti a servizi manutentivi di Pronto Intervento e pubblica utilità ( come ad es. acqua, luce,
gas, telefono, ascensori, impianti di sicurezza, impianti di regolazione del traffico, impianti ferroviari,
impianti di riscaldamento e di climatizzazione ) che risultino individuabili o con adeguato
contrassegno o con certificazione del datore di lavoro;
9. Veicoli adibiti al trasporto, smaltimento rifiuti e tutela igienico ambientale, alla gestione emergenziale
del verde, alla Protezione civile e agli interventi di urgente ripristino del decoro urbano;
10. Autoveicoli per il trasporto collettivo pubblico e privato;
11. Taxi e autoveicoli in servizio di noleggio con conducente, dotati di concessioni comunali;
12. Autoveicoli adibiti a car sharing, car pooling, servizi Piano Spostamenti Casa Lavoro ( PSCL ) attivati
sulla base di appositi provvedimenti del Ministero dell’Ambiente e del Territorio e del Mare o
dell’Amministrazione capitolina;
13. Veicoli con targa C.D., S.C.V. e CV;
14. Veicoli muniti del contrassegno per persone invalide, previsto dal D.P.R. 503 del 24 luglio 1996;
15. Autoveicoli impiegati da medici, veterinari in visita domiciliare urgente, muniti dal contrassegno
rilasciato dal rispettivo Ordine; autoveicoli impiegati in paramedici in servizio di assistenza
domiciliare con attestazione rilasciata dalla struttura pubblica o privata di appartenenza;
16. Autoveicoli utilizzati per il trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili o
trattamenti sanitari per la cura di malattie gravi, in grado di esibire la relativa certificazione medica;
17. autoveicoli adibiti al trasporto di persone di persone sottoposte a misure di sicurezza;
18. autoveicoli adibiti al trasporto di generi alimentari deperibili, alla distribuzione della stampa periodica
e di invii postali;
19. veicoli avente massa massima non superiore a 3.5 tonnellate, adibiti al trasporto di medicinali e/o
trasporto di materiale sanitario di uso urgente e indifferibile adeguatamente certificato, nonché al
trasporto di valori;
20. veicoli utilizzati per il trasporto di persone che partecipano a cerimonie religiose programmate
antecedentemente alla data delle presente Ordinanza, cerimonie nunziali o funebri, purché i
conducenti siano in possesso di appositi inviti o attestazioni rilasciate dai ministri officianti;
21. veicoli degli operatori dell’informazione quotidiana in servizio, muniti del tesserino di riconoscimento
o con attestazione della redazione, o adibiti al trasporto di materiali a supporto del servizio di
riprese televisive ( es. strumenti di ripresa, gruppi elettrogeni, ponti radio, etc. ) relative ai
telegiornali;
22. veicoli utilizzati dai controllori del traffico aereo in servizio di turno presso l’aeroporto di Ciampino e
Fiumicino, previa esibizione di apposita attestazione rilasciata da E.N.A.V. S.p.a.;
23. autoveicoli e motoveicoli a due ruote utilizzati da lavoratori con turni di lavorativi o domicilio/sede
lavoro tali da impedire la fruizione di mezzi di trasporto pubblico, con apposita certificazione del
datore di lavoro;
24. automezzi adibiti ai lavori nei canteri delle linee metropolitane in costruzione;
25. veicoli o mezzi d’opera che effettuano traslochi per i quali sono state rilasciate precedentemente
autorizzazioni di occupazione di suolo pubblico dagli uffici competenti;

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail