Stazione Tiburtina e rifugio tangenziale


Nei pressi della nuova stazione Tiburtina, sotto la Tangenziale, non c'è solo modernità e futuro. Materassi, sacchi a pelo, coperte, panni stesi, bivacchi: le aree a ridosso della nuova stazione sono diventate (ma esisteva da tempo) un rifugio di decine di senzatetto.

Gli homeless dormono a ridosso della tangenziale, ed hanno trovato rifugio anche dentro gli spazi dei piloni. Nascondono durante il giorno le loro cose e di notte poi, tornano "a casa". E sono sempre di più.

A Luglio il Campidoglio aveva riqualificato gli spazi sottostanti la rampa di accesso alla tangenziale all'altezza di Batteria Nomentana, che versano in stato di grave degrado, ma la bonifica non sembra di grande successo.

I residenti si lamentano e si battono per l'abbattimento della vecchia Tangenziale senza tregua. La presidente di Rinascita Tiburtina, Nella Vecchia, dichiara a gran voce: “I cittadini non escono più di casa, perché il sotto-tangenziale è diventato riparo per barboni e taccheggiatori che si ubriacano, sporcano e fanno i loro bisogni in pubblico”.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: