Aumentano le tasse sui rifiuti: 32 euro in più per le famiglie tipo, stangata alle imprese

Foto: 06blogE così per la spazzatura si pagherà di più. Il Comune di Roma ha infatti annunciato un aumento della Ta.Ri. - la tariffa rifiuti capitolina - che coinvolgerà sia le utenze private che le imprese, con rincari variabili che andranno a toccare il 46% in più per alberghi e ristoranti.

Si tratta del primo aumento dal 2003, anno di introduzione della tassa in sostituzione di quella per i rifiuti solidi urbani. Una scelta obbligata, secondo il Campidoglio, per via della crescita dei costi dei cicli di smaltimento e per le nuove norme europee. Anche se Alemanno non pare essere d'accordo, e parla già di un aumento "pesante e ingiustificato".

A pagare di più il peso di questo rincaro saranno principalmente le imprese, con un aumento medio del 31,6%. Con delle fluttuazioni: se per i commercianti alimentari e le attività artigianali ci si fermerà al 29%, come detto alberghi e ristoranti dovranno scontare un aumento di quasi la metà di quanto versato finora. Anche se - come sottolinea l'Assessore al Bilancio Causi - si tratta principalmente di cost deducibili.

Le utenze domestiche avranno invece un rincaro generale del 15,8%, valido per tutti, che andrà a influenzare il pagamento calcolato - come al solito - in base ai metri quadri dell'abitazione e al numero di componenti del nucleo famigliare. Quindi ci sarà un aumento di circa 8 euro per i single derelitti che vivono in un monolocale, di una ventina di euro per una coppia in 50mq e di 32 euro per una famiglia "classica" di 4 persone, in 90 metri quadri.

E voi, cosa ne pensate di questi aumenti? Personalmente, penso che alcuni rincari siano inevitabili, e che in alcuni casi possano essere anche "educativi". Un aumento della tassa dei rifiuti potrebbe stimolare ad esempio la cultura del riciclo, specie se combinati con i benefici previsti per quei condomini che effettuano la raccolta differenziata. Certamente c'è da ridiscutere il rapporto dei romani con la spazzatura e i rifiuti, che (mi) sembra sempre abbastanza superficiale, specie in relazione alle città del nord Italia ma soprattutto del nord Europa, dove la raccolta differenziata e il pensiero ecologico sembrano essere un passo avanti rispetto a noi.

foto | 06blog

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: