Maltempo Roma e Lazio: allerta, danni, terremoto ai Castelli Romani

Roma e Lazio con pioggia e maltempo sino al weekend, tra buche, alberi caduti, terremoto ai Castelli Romani, neve nel Lazio

[embed1]

Pioggia a secchi, grandine, vento di bufera, con tuoni e lampi che turbano ben più del riposo dei giusto, sembrano essersi affezionati alla Capitale, tanto da tenerci compagnia anche weekend con una nuova perturbazione che sta investendo la penisola con il ciclone “Big Snow”.

Nel frattempo facciamo i conti con le nuove buche comparse in molte strade e i danni causati da alberi crollati, da un pino di oltre 30 caduto a Villa Ada spaventando i suoi avventori, a quelli del parco di Villa Massimo chiuso e lasciato in stato di abbandono da due anni, a pochi metri da piazza Bologna.

Non va meglio in provincia di Roma e nel Lazio, dove si registrano‬ le piogge più insistenti, solo nel viterbese con oltre 43mm, mentre la Ciociaria resta sotto la neve, di ben 30 centimetri a Filettino, senza corrente e con le scuole chiuse, a quanto pare a causa di albero appesantito dalla neve, caduto sulla linea elettrica nei pressi degli Altipiani di Arcinazzo.

Nella stazione sciistica di Campocatino, le piste hanno beneficiato di altri sessanta centimetri di neve, come a Campo Staffi, con fiocchetti caduti in tutto il comprensorio di Fiuggi.

Il cedimento di un traliccio appesantito dalla neve, ha parzialmente danneggiato l’elettrodotto dell’alta tensione di Rete Ferroviaria Italiana fermando la circolazione dei treni e attivando quella di treni diesel tra Tivoli e Avezzano, lungo la ferrovia Fl2 Roma-Tivoli-Pescara.

Fra Tivoli e Roma, il collegamento resta garantito con treni elettrici ma con corse ridotte a causa della mancanza dei treni provenienti da Pescara/Avezzano, insieme a bus.

Ai Castelli Romani, dove a quanto pare non è mancato qualche fiocchi di neve tra la pioggia caduta a Rocca Priora, momenti di paura sono invece arrivati con una scossa sismica di magnitudo 2.4, registrata dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) e avvertita dagli abitanti di Albano laziale, Ariccia, Castel Gandolfo, Colonna, Frasoati, Gallicano nel Lazio, Grottaferrata, Marcellina, Marino, Mentana, Monte Compatri, Monte Porzio Catone, Monterotondo, Palombara Sabina, Rocca di Papa, Rocca Priora, Roma, San Polo dei Cavalieri, Sant'Angelo romano, Tivoli, Zagarolo, Ciampino, San Cesareo.

Ad estensione dell'allerta diramata della Protezione civile Regionale, nella nottata di oggi, 4 febbraio 2015, e per le successive 24-36 ore, si prevedono precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, grandinate e forti raffiche di vento.

Questo con l'aggiunta di nevicate al di sopra degli 800 m per il Lazio, con una criticità idrogeologica "codice giallo - ordinaria" sulle zone A (bacini costieri settentrionali), D (Roma), F (bacini costieri meridionali) ed E (Aniene).

Per ogni richiesta di chiarimenti, informazioni o di interventi è possibile contattare la sala operativa h/24 dell'ufficio di Protezione civile di Roma Capitale al numero 06.67109200 o al numero verde 800854854.  

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail