Capodanno 2012 a Roma: esorcizzato da Party trasgressivi & ironici

Alla fine di un anno da esorcizzare come il demonio nella città ipocrita quanto la sua battaglia al decoro, si festeggia anche con la contestazione seducente, la malizia ludica che salva dalla noia di questa società pornografica, e le performance sfrontatamente ironiche che ballano su un senso del pudore che continua a coprire le cose sbagliate.

Il punk morto con i Sex Pistols! e quel Nevermind the Bollocks che ne raccoglie ‘eredità e filosofia’ aleggiano nel party di capodanno 2012, eccentrico, colorato e oscenamente glam del Rising Love, tra bambole gonfiabili, fantasmi punk alla Sid Vicious, Joey Ramone, Vivienne Westwood, Johnny Thunders e Blondie, burlesque femminile e maschile, laser show 3D...

Saranno più di 40 gli artisti coinvolti, 10 le ore di musica house, pop e black, 3 i palcoscenici per dj internazionali, live show, drag and magic, striptease and hot boys del Muccassassina Onirica che traghetta dal 2011 al 2012 con lo stile oltraggioso e dissacrante che caratterizza ogni iniziativa del Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli.

La malizia ludica e le performance sfrontatamente ironiche del Burlesque saranno nel menù di parecchie feste di Capodanno, dal Far West del Micca Club alla tana del bianconiglio del Bòeme, dove pizzi, lazzi e piume svolazzano tra le risate, grazie alla comicità di Alessandro Serra (from Zelig Off) e di Aldo Piazza alias sig.ra Maionchi, direttamente dal Chiambretti Night in veste di vocalis.

Ad American Pie si ispira il Capodanno 2012 del Lucy Club di Testaccio con tanto di sexy animation e relax zone, mentre alle oscure lande stile Eyes Wide Shut è dedicato quello del Castello Private Resort alle porte di Roma, ma ci stiamo avventurando in territori morbosamente peccaminosi che non mi sono familiari, quindi lascio il compito di continuare l’esplorazione e il testimone, a chiunque vorrà raccoglierlo …

  • shares
  • Mail