Maltempo Roma: grandine, neve, incidenti, feriti su GRA

1 febbraio 2015 di gelo per Roma, con violenta grandinata (graupel o neve tonda) strade ghiacciate, incidenti, con feriti sul GRA

Chi si è appena svegliato, con il sole che filtra dalle finestre, potrebbe non essersi accorto della violenta e fragorosa grandinata che questa mattina ha imbiancato diverse zone di Roma, da via Togliatti alla Tuscolana, da Centocelle all'Appio Latino.

Si tratterebbe, tecnicamente di graupel, neve tonda costituita da granelli di ghiaccio bianchi e opachi, ma neve o effetto neve che dir si voglia, questa ha reso in poco tempo molte strade impraticabili, scivolose, pericolose e causa di parecchi incidenti.

Tra gli incidenti automobilistici più gravi, spicca quello sul Grande Raccordo Anulare, tra gli svincoli Trionfale e Casal del Marmo che ha coinvolto qualcosa come 5 veicoli, provocando 10 feriti, compreso l'equipaggio di un'ambulanza del 118 e gli operatori dell'Anas, travolti da una vettura mentre soccorreva i suddetti feriti.

Anche questo incidente causato dall'asfalto scivoloso che ha fatto perdere il controllo dell'auto al conducente, costringendo la polizia stradale a chiudere la circolazione in entrambe le direzioni, con le inevitabili conseguenze sulla viabilità.

Una violenta e gelida precipitazione che per fortuna è durata giusto il tempo di scattare qualche fotografia, come quella che arriva da Via Taranto, inviata dal nostro lettore Fabrizio.

Roma grandinata 1 febbraio 2015

Come previsto, sui Castelli Romani qualche fiocco è sceso sopra i 6-700 metri, accompagnato da rovesci di graupel (neve tonda) nella zona dei Pratoni del Vivaro, mentre per il primo giorno di febbraio si aspettano formazioni di nuclei temporaleschi che potrebbero portare la neve a quote decisamente più basse intorno ai 300-500 metri.

Il Dipartimento di Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse per le prossime 12-18 prevedendo sul Lazio il persistere di precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale.

Dalle prime ore della mattina e per le successive 24-36 ore si prevedono inoltre nevicate fino ai 300-500 metri, localmente a quote più basse, con apporti al suolo da deboli a moderati.

Il Centro Funzionale Regionale ha emesso una preallerta per neve da quota 300-500 metri su tutte le Zone di Allerta, un avviso di criticità idrogeologica codice giallo su Appennino di Rieti, Roma e Bacini Costieri Sud e un avviso di criticità idraulica su Aniene e Bacino del Liri.

La Sala Operativa Permanente ha emesso l'allertamento del Sistema di Protezione Civile Regionale e invitato tutte le strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza.

Si ricorda che per ogni emergenza è possibile fare riferimento alla Sala Operativa Permanente al numero 803.555. Lo comunica, in una nota, la Regione Lazio.

  • shares
  • Mail