La settimana dei Municipi: il Natale si passa… in famiglia!


Per la serie “a Natale siamo tutti più buoni”, una settimana di iniziative sociali a tutela della famiglia, quella che ha avvicinato Roma e i suoi Municipi alle festività natalizie. Da sabato 17 dicembre e fino a giovedì 5 gennaio i 10 pulmini di ‘Roma insieme’ gireranno per la città alla ricerca di beni di prima necessità da consegnare poi a parrocchie, enti di assistenza e case famiglia.

Sempre in questi giorni è stato pubblicato il dossier famiglia che fornisce un’esauriente fotografia della realtà cittadina: i nuclei familiari a Roma sono 480mila e ci sono 300mila persone, più o meno quanti sono gli abitanti di due Municipi, che hanno dai 4 figli in su.

La famiglia è ancora un valore, dunque, per i romani, secondo una ricerca del Censis lo è per il 73.4% di loro, anche se tanto scalpore ha creato in questi giorni la creazione di registri sulle unioni civili operato dai Municipi X e XI. Nella polemica è intervenuto anche il sindaco Alemanno chiarendo che i Municipi non hanno i poteri né la “sostanza sociale” per interventi di questo tipo, ricordando contemporaneamente che gli sforzi dell’amministrazione capitolina si dirigono tutti verso la famiglia fondata sul matrimonio e le realtà dove sono presenti bambini.
E proprio i bambini, o meglio, i servizi a loro destinati, a essere al centro della protesta dei lavoratori precari che in questi giorni stanno protestando presso la sede del Municipio V. L’oggetto delle critiche sono i carichi di lavoro in più e i nuovi tagli che rendono di fatto impossibile svolgere a pieno la funzione educativa di cui sono responsabili.

Infine, visto che è Natale, concludiamo con una buona notizia (anzi, due) che è, insieme, un segno di speranza: nel parco di Aguzzano, nel territorio del Municipio XI, la Regione Lazio realizzerà un Icam, ossia un Istituto di custodia attenuata per le detenute madri. Altrove, nel Municipio VI, apre Lakruna, la prima sartoria creativa nata come impresa sociale di donne con problemi di salute mentale.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail