Manovre per Roma e Regione: "infondato e ripetitivo lo slogan: Pagano sempre i soliti"?

06 zoom gli stornelli romani sono anche per aria 3

Ad un passo da Natale e due da Capodanno facciamo i conti con le manovre che dovrebbero darci una sistemata e 'per qualcuno' è quello che stanno facendo.

Dopo la firma del capo dello Stato e la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale (una pura formalità a questo punto), la manovra “salva Italia” è diventata legge con 257 si a Palazzo Madama (41 no di Lega, Idv, Svp e Union Valdotaine) e un Mario Monti che ha tenuto a precisare come “l’aumento delle tasse purtroppo è necessario” ma "infondato e ripetitivo lo slogan: Pagano sempre i soliti".

Slogan ‘infondato e ripetitivo’ che qualcuno sarà tentato di riciclare anche per la Manovra finanziaria 2012 della Regione Lazio che oltre a confermare l'inizio dei prossimi saldi invernali al 5 gennaio 2012, taglia 250 milioni di euro per il trasporto pubblico locale (già al collasso di suo), dimezza gli stanziamenti per le politiche sociali, aumenta la 'benzina per autotrazione’ e il bollo auto del 10%.

Peccato solo che a fare un po’ di polemica ci pensi l’abrogazione della legge che vietava alla legge finanziaria di istituire nuove imposte e tasse, i contributi previdenziali per i consiglieri a 60 anni, i vitalizi per consiglieri e assessori sospesi dalla prossima legislatura e salvati giusto per questa della Polverini, “salvo che qualcuno non eserciti la facoltà (puramente facoltativa) di rinunciarvi entro entro 30 giorni dall'entrata in vigore della presente legge". Giro la domanda a voi:

Foto | 06zoom

  • shares
  • Mail