Ruota panoramica torna nel cantiere dell'ex luneur

La ruota panoramica del vecchio Luneur torna a svettare sullo skyline di Roma Sud, nel cantiere del nuovo baby Park

Gennaio 2015 è quasi finito, senza traccia dell'inaugurazione del Luneur o dell'Acquario più grande d'Europa, promessi da Pierluigi Borghini, Presidente della società Eur SpA sotterrata dai debiti e finita di recente tra le società coinvolte nella maxi inchiesta della cupola di Mafia Capitale.

Lo stesso Borghini che lo scorso marzo diede un anno di tempo al Luneur per aprire e non rischiare la revoca della concessione, mentre nelle ultime settimane l'unica cosa che è cambiata nel cantiere sorto sulle ceneri del parco meccanico più antico d’Italia e per un po’ anche dei più grandi in Europa, è il ritorno della sua ruota panoramica nello skyline di Roma Sud.

La ruota rimontata un pezzetto per volta sotto gli occhi stupiti e speranzosi di molti, dopo che ne era sparita alla fine del 2013, in attesa di conoscere le sorti del Luna Park incapace di stare al passo con i tempi e gli interessi imprenditoriali della capitale.

Come potete constatare dagli scatti appena fatti alla zona, per il momento si tratta solo dello scheletro bianco della ruota priva di cabine, con una base rosa che si staglia tra le sterpaglie dell'area abbandonata da tempo all'abbraccio di madre natura e l'incuria dell'uomo.


Un nuovo look per la stessa Wonder Whell che ha regalato prospettive 'elevate' a diverse generazioni di romani e turisti sin dal 1953, simbolo per oltre un cinquantennio, di un desiderabile mondo ludico che sembra aver perduto la battaglia con il nuovo che avanza e incalza.

Un simbolo che, dopo aver assistito ad anni di abbandono, catene umane in piazza, interrogazioni parlamentari, cause, contenziosi, raccolte firme di nostalgici, vecchi gestori delle attrazioni del parco rimasti senza lavoro e gruppi social, da Riapriamo il Luneur a Ridateci il LunEur, torna dove il bando vinto dalla stessa Cinecittà Enterteinement di Cinecittà Studios e di Cinecittà World, da tempo è in procinto di trasformare l'area in un baby Park (da 0 a 12 anni) per le famiglie delle migliaia di congressisti attesi nell’Eur in cantiere, che a questo punto rischia anche di restarci e non prendere mai il volo come la Nuvola di Fuksas, anche se l'acquario che per ora sembra avere una nuova data di apertura, l'ennesima, fissata a giugno 2015.

Una storia lunga e piena di amarezza che domani, sabato 24 gennaio 2015, dalle ore 11.30 alle 12.30, torna protagonista di una diretta radiofonica su TeleRadioPiù (frequenza su Roma 90.70) per parlare di passato e futuro del Luna Park.

Il ritorno della ruota sembra infondere speranza al presidente del IX municipio, Andrea Santoro,

“Lo skyline di Roma torna alla normalità. Non c’è ancora una data di riapertura del parco, ma speriamo venga inaugurato il prima possibile”.

Un ottimismo che stento a condividere, dopo aver sbirciato le condizioni del cantiere, con la consapevolezza che il mio amato LunEur dell'infanzia agitata con brio da Tagadà, macchinette a scontro, case degli orrori e vecchi galeoni dei pirati, al momento è destinato a restare nell'oblio dei ricordi ricoperti di erbacce.

Ruota panoramica torna in ex Luneur

Foto | Cut-tv's

  • shares
  • Mail