La migrazione delle apette a Trinità dei Monti

Celebrato quale autentico "blitz" quello della Polizia in cima alla scalinata di Trinità dei Monti per "sgombrare" le Api Piaggio di circa 100 metri.

trinità dei monti


Questa è delle "apette" è un'altra battaglia tutto romana, un po' grottesca, ammettiamolo. A Trinità dei Monti, come accadde nei pressi di piazza Navona (piazza delle Cinque Lune) sostavano i piccoli magazzini mobili degli artisti di strada, per lo più pittori, per trasportare cartoni, tele, cavalletti da utilizzare poi nello spiazzo in cima alla scalinata per attrarre i turisti.

Per molti orrende. Deturpanti. E' stato necessario l'intervento del blitz, salutato come liberazione e restauro del "decoro", con sanzione di 41 euro (28,70 euro se pagata entro 5 giorni) per tutti i proprietari degli autoveicoli e ciclomotori parcheggiati lungo viale Trinità dei Monti, senza il permesso sosta residenti esposto.


I piccoli mezzi sono state rimossi con il carro attrezzi. Alcune vetture non si sono messe in moto e i proprietari sono stati costretti a spostarle a spinta.

apettetrinitàdeimonti


Ma proprio come fu per quella volta a via Zanardelli, le api si sono spostate di pochi metri. Precisamente accanto all'ingresso (ora presidiato dalla polizia) del Sacro Cuore. Praticamente sotto l'Accademia di Francia. Lì non darebbero fastidio? Non rubano parcheggi?

apetteaccademia


apette_trinitamonti


Quello che però è davvero complicato da capire, è il perché le apette risultino così gravi per il decoro, mentre i camionbar e i furgoni che vendono boiate ambulanti siano così integrati col panorama romano, perché probabilmente non rientrano nella grande rivoluzione estetica promessa.

camionbartrinitamonti


  • shares
  • Mail