Roma Criminale: sotto tiro


A Roma non piove sul bagnato, ma sanguina sul sangue. Sono mesi che annotiamo morti ammazzati, agguati e sparatorie, quando va bene solo rapine ed incidenti allucinanti e ripetitivi. Una cronaca nera pesantissima.

Certo che se la sicurezza stradale dipende anche e soprattutto dai cittadini, ci chiediamo come possiamo risolvere noi certi casi irrisolti di malavita. Non basta ovviamente una retata a caso per tranquillizzarci. L'ultima uccisione è il 36° delitto dell'anno. Quello di Marco Attili, il barman freddato a colpi di pistola giovedì sera a Tor Vergata, con una dinamica praticamente identica a quella dell'omicidio di Sinni.

Anche questa volta non emergono colpevoli e movente, solo ipotesi. Si scava nella vita della vittima. Alemanno chiede aiuto al nuovo ministro come gi aveva fatto con Maroni. Si affida alla sottoscrizione del Terzo Patto per Roma Sicura. "Roma non tollererà ulteriormente di essere teatro di episodi come quello avvenuto a Tor Vergata". Ha dichiarato convinto. Bisogna vedere se l'imperativo futuro verrà rispettato però dai criminali...

  • shares
  • Mail