Allarme bomba a via della Gatta: l'allerta terrorismo rischia di paralizzare Roma?

Falso allarmismo o un fondo di verità c’è? La città teme un attacco terroristico e vengono rafforzate le misure di sicurezza

allarme bomba roma


Impossibile valutare quali potrebbero essere davvero gli obiettivi sensibili. Le scuole, soprattutto quelle ebraiche e francesi, ma anche le ambasciate, il ghetto ebraico e, soprattutto, l’area intorno a San Pietro che sarebbe a rischio massimo. Dopo le tragedie di Parigi qualcosa è cambiato: è stata dichiarata guerra nemmeno silenziosa all’Occidente, ma è davvero il caso di preoccuparsi così tanto in Italia? Siamo davvero nell’occhio del mirino?

L’intera città è in comprensibile apprensione. Da poco è scattato un allarme bomba in centro, rivelatosi per fortuna un falso. In via della Gatta un passante ha visto un trolley abbandonato ed ha chiamato le Forze dell’Ordine. Sono arrivati sul posto gli artificieri che hanno constatato che si trattava solo di una semplice valigia.

Il Prefetto Giuseppe Pecoraro assicura che le Forze di Polizia sono tutte impegnate a sventare eventuali focolai di violenza e si sta considerando l’idea di integrare altro personale. Tra le aree sotto controllo anche Castel Sant’Angelo, il Colosseo, il Pantheon, i Fori Imperiali, piazza Venezia, piazza Farnese e piazza Navona. Il livello di allerta terrorismo è massimo ancora di più in merito a “particolari dispositivi di vigilanza” come Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza.

Al momento comunque pare non esserci un riscontro sulle minacce al Vaticano, ma sempre meglio fare attenzione. Parigi, del resto, potrebbe rappresentare solo l’inizio di una lunga scia di sangue che potrebbe attraversare l’Europa. A lanciare l’allarme subito dopo gli attentati francesi, una comunicazione intercettata dalla Nsa, che è la National Securitu Agency, il servizio di intelligence americana. La discussione sarebbe avvenuta tra i leader dei jihadisti dello Stato Islamico, meglio noti con il nome di Isis.

  • shares
  • Mail