Spectre, il nuovo film di James Bond girato in città a marzo

Tra gli attori della pellicola anche la bella Monica Bellucci, per una serie di riprese che dureranno dal tramonto all’alba

Roma


Luoghi spettacolari, inseguimenti al cardiopalma e lo scenario delle più belle città del mondo, ma questa volta tocca a Roma, arricchire di storiche bellezze la nuova pellicola di James Bond. La maggior parte delle scene di Spectre, avranno la nostra città come location ed in particolare il Ponte Sisto, come luogo della missione con tanto di paracadute. Non mancheranno tuffi nel Tevere e una Aston Martin speciale. Il periodo di riferimento è marzo 2015, il dodici nello specifico, quando in città Daniel Craig avrà un caso intricato da risolvere, con la regia di Sam Mendes per un finale tutto a sorpresa.

007 sarà a Roma in particolare per le scene finali del lungometraggio, quelle più rocambolesche, che pare possano essere le più complesse di sempre da girare, tanto che per l’occasione non mancherà la supervisione di esperti del settore come Roberto Malerba ed Eric Paoletti. Per l’allestimento del set tutta l’area sarà bloccata.

Questo significa traffico assicurato, perché la strada resterà chiusa anche al passaggio pedonale e la zona diventerà per molte ore off limits. La sicurezza, infatti, sarà la massima priorità, ma saranno transitabili il Lungotevere Farnesina e dei Tebaldi. Questo solo per le ore del ciak e con il supporto di Polizia Fluviale, Vigili e Protezione Civile. La preparazione durerà cinque giorni e due per smontare tutto. Le riprese interesseranno in particolare il 12 marzo dal tramonto all’albe. A piazza Trilussa saranno sistemate due gru per recuperare l’auto che sarà fatta precipitare nel Tevere. Per l’occasione sarà potenziata anche l’illuminazione pubblica della zona.

  • shares
  • Mail