La settimana dei Municipi. Oltre i lucchetti c'è di più

Babbo NataleLa settimana dei Municipi dovrebbe parlare della rivolta dei residenti del Municipio XX che comprende Ponte Milvio, e della crociata lucchetti si, lucchetti no, che si è conclusa come sappiamo con il sindaco costretto a invocare, come in una famosa pubblicità, 'Moccia, pensaci tu', per salvarsi da chi non sopporta più quel che viene ritenuto uno 'scempio' e chi chiede di 'non infrangere sogni d'amore' (è stato scritto anche così, all'incirca. Vi assicuro).

Per quanto mi riguarda, la frase migliore è stata quella di un contestatore che ha apostrofato lo scrittore gridandogli "mo' te li attacco sotto casa tua". Per il resto, in questo riepilogo delle news settimanali dai Municipi, parliamo d'altro. Ad esempio, parlamo dell'importante Piano regolatore sociale votato in Municipio I nonostante la crisi. "Con questo atto intendiamo dare una risposta concreta ed efficace ai bisogni del nostro territorio, in termini di maggiore cura per anziani, giovani, donne e minori", dichiarano meritevolmente in una nota i gruppi di Pd, Api, Idv, Udc, Verdi e il gruppo misto.

Parliamo, ad esempio, del centro per l'educazione dei bambini autistici a Roma, in via Pirrotta al quartiere Prenestino, Municipio VII: la Cooperativa AbA.Co, costituita apposta per il progetto, è formata da sole donne, mamme di bambini autistici che credono nella riabilitazione dei propri figli, dicono. Parliamo del fatto che ogni volta - e succede sempre più spesso - che Roma si allaga, i primi a farne le spese sono i residenti del Municipio XIII, ovvero Ostia, nonostante le periodiche bonifiche Ama (l'ultima nella parte sottostante al viadotto Zelia Nuttal, tanto per la cronaca).

""Se ogni volta che piove Roma va in tilt e tutto il Municipio XIII si risveglia sott'acqua non si tratta di essere 'antialemanniani', ma e' evidente che c'e' un problema serio. Ostia, Acilia e l'Infernetto in particolare vivono una situazione di gravissima emergenza idraulica, che sicuramente viene dal passato, ma che Alemanno non e' riuscito e non riesce a risolvere, anzi - si sfoga Alessandro Onorato, capogruppo Udc in Campidoglio che al riguardo ha presentato un'interrogazione - Nonostante le lacrime e le promesse sue e del Presidente Vizzani, il Municipio XIII e' rimasto abbandonato a se' stesso e, a un mese e mezzo dal nubifragio che e' costato la vita a un uomo, non e' cambiato niente: le strade sono di nuovo impraticabili, le case e i garage di nuovo tutti allagati".

Le cronache poi ci riportano, in Municipio XV, di una classe della materna con tre bambini italiani su 16: succede nella scuola Nuova Graziosi, in zona Magliana. Parliamo di belle iniziative, ancora, come CorvialeUrbanLab, patrocinato dal Municipio XV, un laboratorio artistico urbano a 360° giunto alla sua terza edizione che ospiterà quest'anno eventi come il "Walk show nel Serpentone" a cura di Urban Experience ed i MArteAwards 2011, le premiazioni ufficiali dei vincitori del celebre MArteLive; ma parliamo anche del fatto che finalmente "l'Amministrazione capitolina ha confermato la propria disponibilita' a collaborare affinche' il progetto dell'hub di piazzale Ostiense", nel Municipio XI, "sia realizzato nei tempi previsti".

Infine, una fantastica chicca: l'iniziativa del Comitato Monte Ciocci, che ha organizzato una raccolta dei rifiuti affidata a Babbi Natale con pale, guanti e sacchi: per ripulire le discariche abusive della zona, vicino a Valle Aurelia. 'Sacchi pieni di immondizia anziche' di doni, il regalo dei cittadini del Municipio XVII al Comune di Roma', si legge in un comunicato del Comitato, che chiede il completamento dei lavori del parco urbano di Monte Ciocci.

'Il parco urbano di Monte Ciocci - si legge nella nota del Comunicato - e' stato ideato nel 2002 e si dovrebbe estendere su un'area di 40 ettari. Il progetto, approvato dal Comune di Roma nel 2007, prevede piste ciclabili, aree giochi per bambini, punti ristoro e un belvedere che affaccia sul Vaticano. Il cantiere e' stato aperto nel 2009 e i lavori si sarebbero dovuti ultimare nel gennaio 2011'. 'Da quasi un anno non si vedono piu' ruspe al lavoro - afferma Orchidea De Santis, portavoce del Comitato Monte Ciocci - e' tutto fermo, abbiamo chiesto al Comune spiegazioni ma senza ricevere risposte adeguate'.

  • shares
  • Mail