Giochi di luci per le feste di Piazza Navona

Giochi di luci per la Fontana dei Quattro Fiumi del Bernini e per i bambini, durante le feste di Piazza Navona, da Natale alla Befana.

Crisi e mafia capitale non sembrano aver spaventato più di tanto i turisti della città eterna, soprattutto quelli americani, in testa alla folla di visitatori attesi tra Natale e Capodanno, stando ai dati elaborati dall'Ebtl che fanno gongolare parecchi, in ogni caso Roma non si fa mancare la luce per tenere a bada le ombre.

La scia luminosa delle feste che si estende dal centro alla periferia con la complicità di Acea, da ieri sera ha acceso di nuove prospettive anche la Piazza Navona della discordia, orfana per la prima volta di quel Mercatino di Natale che non ha mai fatto mancare zucchero filato e polemica, e a quanto pare non lesina strascichi del braccio di ferro tra Campidoglio e ambulanti, dopo il nuovo bando che lo dimezzava, e la sentenza del ricorso al TAR del Lazio degli ambulanti.

La piazza patrimonio dell'Unesco, libera dal gioco di lobby e l'assalto degli ambulanti abusivi, ha cambiato volto anche grazie ai giochi di luce studiati da Acea per trasfigurare la Fontana dei Quattro Fiumi del Bernini e l'obelisco, pronti a regalare sfumature dal rosso al blu alla festa di piazza, animata da spettacoli di strada e domani anche giochi per i bambini.


Per l'assessore municipale al Commercio Jacopo Emiliani, a presenziare l'inaugurazione del gioco di luci con il sindaco Marino, l'assessore capitolino alla Roma Produttiva, Marta Leonori, il presidente di Acea, Catia Tomassetti, e il comandante della Polizia Municipale Raffaele Clemente

"L'idea è di riprendere i giochi tradizionali che si facevano a Roma da bambini, come il gioco della campana, la corsa con i sacchi, il tiro alla fune. Ci auguriamo che dal 23 al 6 gennaio si possa avere un calendario completo dalle 11 del mattino alle 18, con giochi totalmente gratuiti".

Ovviamente, con la luce si è accesa anche qualche 'riflessione' contraria, e ad affiancare il coro di voci concitate degli ambulanti defraudati della loro postazione e il Natale rovinato (a 115 famiglie), Carlo Giovanardi, senatore di Area Popolare

"Un'ora dopo la decisione del Tar del Lazio di negare la sospensione alla decisione del Comune di Roma che di fatto ha provocato la cancellazione del centenario mercatino natalizio, sulla stessa piazza, sempre a cura del Comune, sono iniziate le carnevalate con il montaggio di tre lugubri e invadenti catafalchi che deturpano con luci incomprensibili la fontana e l'obelisco centrale. La Sovrintendenza non ha nulla da dire in proposito?"

In ogni caso la battaglia per il decoro della piazza continua, soprattutto per i vigili che dovranno vigilare sull'agguato degli ambulanti irregolari.

  • shares
  • Mail