Riaccendete il Foro romano - La città che non va


Un buco nero in pieno centro storico. A questo mi fa pensare uno dei luoghi più magici del mondo quando lo vedo attaraverso il finestrino della mia auto passandoci vicino la notte, il Foro romano.

Il più importante "monumento" cittadino insieme al Colosseo (degnamente illuminato) da qualche anno, dopo il tramonto del sole, è tristemente buio. Breve capitolo delle puntate precedenti. Ad illuminare il Foro in maniera degna per la prima volta era stato il sindaco Rutelli per il giubileo del 2000. Quell'anno speciale, ed anche per qualche tempo dopo, l'area dei fori imperiali era illuminata in maniera splendida. Fasci di luce bianca accompagnavano verso l'altro le colonne del tempio di Saturno e le pietre ed i sassi che già c'erano ai tempi di Cesare erano degnamente sottolineati da morbidi fasci di luce bassi come palcoscenico del maestoso arco di Settimio Severo splendente nella notte. Poi, piano piano, le luci sulla più grande area archeologica del mondo si sono spente, letteralmente. Ed oggi il turista che decide di farsi una passeggiata di notte lungo via dei Fori imperiali non riesce più a distinguere tra una colonna romana ed un tubo di plastica messo lì per gli indispensabili restauri.

Va bene che i bilanci comunali sono quello che sono ma vi immaginate Parigi con la Torre Eiffel spenta o Londra con il Big Ben senza luci?!?!? Può in altre parole una capitale Europea oscurare il suo monumento più importante la notte?

Lancio qui l'idea. Perchè da 06 non facciamo partire un appello, magari con tanto di firme, per chiedere la riaccensione delle luci del foro?

Ecco come potrebbe essere

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: