Saldi Roma: quelli invernali anticipati al 3 gennaio 2015

La Confcommercio Lazio ha chiesto l'anticipo dei saldi invernali, dal 5 al 3 gennaio 2015, la Regione Lazio lo ha già approvato.

Nonostante addobbi colorati e lucette sfavillanti adornino le vetrine dei negozi già da un po', la caccia ai Regali di Natale per molti romani è una sfida a risorse prosciugate da precariato, disoccupazione e una mole di spese superiore alle entrate.

Anche chi non è ancora arrivato a razionalizzare le spese, spogliandosi di quella pressione all'acquisto nel DNA della nostra società dei consumi, per gli acquisti di utile e superfluo aspetta ormai l'arrivo dei saldi invernali, per Roma e il Lazio già fissati da tempo per lunedì 5 gennaio 2015.

Con la solita tendenza all'anticipo, in giro le svendite di stagione hanno già iniziato ad aggirare la norma per incoraggiare gli acquisti natalizi, mentre le associazioni di consumatori non hanno tardato ad esortare l'amministrazione ad effettuare controlli e sanzioni, sollecitando l'anticipo dei saldi invernali di due giorni.

In linea con quanto avvenuto in altre regioni, Confcommercio Lazio ha chiesto alla Regione di anticipare la data dei saldi invernali dal 5 al 3 gennaio in modo tale che le vendite di fine stagione prendano avvio di sabato e non di lunedì, sfruttando in questo modo l'onda positiva del fine settimana, momento usualmente dedicato agli acquisti.

Alla nota di Confcommercio Lazio, si aggiunge anche la riflessione del suo presidente Rosario Cerra

"La forte contrazione dei consumi ed il sensibile calo del potere d'acquisto hanno cambiato le esigenze e la tempistica di vendita dei commercianti. Si tratta di una trasformazione strutturale e sociale prima che economica. Per questo, confidiamo che nei prossimi giorni la Regione Lazio che si è dimostrata sensibile e attenta alla nostra richiesta ponga in essere gli atti necessari per consentire questo anticipo"

Una richiesta sostenuta anche da Massimiliamo Del Toma di Federmoda.

"I saldicontinuano ad e ssere un appuntamento molto atteso da commercianti e clienti, addirittura quelli invernali costituiscono oltre il 30% del fatturato totale di un negozio. In un momento di crisi come questo è fondamentale il rispetto delle regole e il controllo da parte dell'amministrazione che deve sanzionare chi aggirando la norma pensa di giocare d'anticipo".

Come rassicurato dal governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, la Regione Lazio ha già approvato l'anticipo al prossimo 3 gennaio dei saldi, confermato dalla commissione Attività Produttive del consiglio regionale.

  • shares
  • Mail