Natale sul Litorale dalla spiaggia alle profondità del mare

Seguendo le luci di Natale fino alla costa, Roma da (a)mare torna al litorale come Ulisse sulla spiaggia di Itaca, mentre Circe guarda il presepe subacqueo far compagnia al Cristo del video, sommerso nel paradiso dei sub a due miglia dalla costa del Circeo.

Come le luci del presepe non potranno mai rischiarare gli abissi, sulla costa l'odore della festa non copre la puzza dei rifiuti delle future discariche e quell’Ostia addobbata non ha il sapore di quella che ricopre il torrone, ma si attacca lo stesso al palato di chi vede il quartiere romano più a sud, lambito dalle acque sporche della capitale, soggiogato da mafie che sembra non voler più ignorare neanche Alemanno e spettri di omicidi insoluti che si aggirano all’idroscalo e di tanto in tanto tornano a galla con Pasolini.

In un putiferio di sosia di Babbo Natale e della Befana, palle dell’albero e figuranti del presepio, bancarelle, spettacoli per bambini e vie dello shopping illuminate, c’è però anche chi torna in spiaggia per festeggiare l’orizzonte perso nell’infinito, con la salsedine tra i capelli e il concerto dei flutti nelle orecchie.

In spiaggia da soli o in compagnia, con il cane o per adottarne uno, se non piove anche domenica 18 a Torvajanica, dalle ore 10.30 al tramonto sulla spiaggia libera del Lungomare delle Sirene, all’altezza del civico 285. Per info sulle adozioni e per confermare la vostra partecipazione basta contattare Francesca (366-3569708 - francescacucciolissimi@gmail.com).

  • shares
  • Mail