50 carte di credito clonate: così due turisti bulgari facevano shopping in città

Tremila euro di contanti circa, per acquisti natalizi senza freni: per un paio di turisti stranieri la festa, però, è durata poco

carte clonate


Non una, non due, ma ben cinquanta carte clonate con le quali darsi letteralmente alla pazza gioia tra le boutique romane. Pensavano di passare inosservati due turisti bulgari che andavano in giro, tra l’altro con 3.000 euro di contanti in città, ma sono stati quasi subito arrestati dai carabinieri della stazione di Trastevere. Per loro l’accusa è di detenzione indebita di carte di credito.

Gli acquisti di Natale, dunque per i due di 31 e 35 anni, sono finiti prima del previsto, dopo un pedinamento che si è concluso in via Nazionale.Tutto è iniziato vicino ad alcuni sportelli bancomat di Trastevere. Il loro parlare fitto ha incuriosito gli agenti che hanno deciso di tenerli sotto controllo. Durante il tragitto, un continuo fermarsi per prelevare, fino al controllo dei militari.

All’inizio sono state trovate 25 carte clonate, ma le operazioni sono poi continuate in albergo con la scoperta di altre 25. Alloggiavano in via San Martino della Battaglia, a due passi dalla stazione ferroviaria Termini. In più sono stati sequestrati anche 3.305 euro ritenuti provento della loro illecita attività. Pare che i due avessero pure tutti i pin delle carte a disposizione. Portati in caserma attendono il rito per direttissimo.

Sono per ora 32 gli arrestati per il medesimo illecito negli ultimi mesi, quasi tutti di nazionalità bulgara .

  • shares
  • Mail