Imu 2012 a Roma: quanto ci costerà?

06 zoom - Fulmini Romani

Chi ha già dato una sbirciata alla bozza del decreto legge chiamato (con ironia?) "salva Italia", presentato ieri alle Camere dal premier Mario Monti, avrà già intuito che di tutte le disposizioni urgenti previste per la crescita, l'equità e il rigore nel consolidamento dei conti pubblici, a noi uomini e donne comuni sembra toccherà il rigore.

Rigore che punta con poca equità e nessuna speranza immediata di crescita, su tagli, nuove tasse, e l’arrivo dell’Imu, la nuova imposta municipale unica prevista come cardine del federalismo fiscale tanto voluto dalla Lega, anticipata al 2012, che graverà su tutti i proprietari di casa, dalla prima in poi, in un paese che vede l’82% degli Italiani proprietario di casa nell’ultimo rapporto Censis.

Difficile anticipare stime certe al momento su quanto ci costerà l'Imu, con l’aliquota per l'abitazione principale fissata al 0,4%, le esenzione fino 200 euro per le prime case, e quella per le seconde fissata al 0,76%, che dipenderanno molto dalle rivalutazioni del 30% delle rendite catastali e del 60% sugli estimi catastali, e dalla discrezionalità offerta ai singoli comuni (I sindaci potranno ridurla o alzarla fino al 10,6 per mille), anche se qualcuno inizia ad azzardare simulazioni su quanto costerà ai romani e altri fanno i conti in tasca ai nuovi ministri.

Le simulazioni fatte dagli esperti Sole 24Ore, azzardano che se la prima casa è un trilocale di 90 metri quadrati alla periferia di Roma, categoria A/3, 4 vani catastali e rendita catastale di 672 euro, dal 2012 l'Imu costa 230 euro annui, mentre se è una villetta in una zona residenziale di Roma l’importo può oscillare tra 479 e 1.837 euro, fino a 3.600 euro annui se la villetta non risulta prima casa.

I conti fatti in tasca ai nuovi ministri sono giù su Facebook, ma sapere che il ministro per gli Affari Europei Enzo Moavero con al nuova Imu arriva a pagare 14.158 euro per case e box a Roma e all’Argentario, il Ministro della Giustizia Paola Severino 8.237 euro per case e box a Roma e Cortina d’Ampezzo, o il premier Mario Monti i suoi buoni 20.200 euro per case, uffici negozi e box a Milano e Varese, non cambia poi molto il succo della questione.

Non il ritorno dell'Ici quindi ma l'arrivo dell'Imu, quanto costerà nella Capitale? Lacrime, sangue e sacrifici, o meglio molte più lacrime di quelle versate dalla ministra Elsa Fornero, tutto il sangue e i sacrifici erogato sempre dagli stessi contribuenti, e i soliti privilegi per gli altri, come gli immobili esenti dei sindacati o quelli con finalità commerciali della chiesa, ma i giornalisti che lo hanno chiesto al premier Monti hanno avuto in risposta “Non ci siamo ancora posti il problema”. Del resto del finanziamento pubblico a i partiti politici non si parla proprio.

Ogni comune eserciterà la facoltà di aumentare o diminuire (improbabile) del 3 per mille l'aliquota fissata, oscillando tra il 4,6 per mille ed il 10,6 per mille, e il discorsetto del nostro sindaco che parla di sacrifici per tutti e investimenti per il futuro non fa ben sperare, ma se avete un quarto d'ora potete ascoltarlo direttamente da Alemanno nel video a seguire, scaricando direttamente on line il piano crisi con le mosse per il rilancio di Roma, ma preparatevi al rilancio di Olimpiadi, distretti turistici, nuvole di Fuksas e metro D.

In attesa di notizie più fresche, dati attendibili e prese di posizione definitive, dopo il presidio di oggi in Piazza Montecitorio e davanti a tutte le Prefetture delle altre province del Lazio, la Cgil ha indetto quattro ore di sciopero per lunedì 12 dicembre, in concomitanza con l'avvio del percorso in aula alla Camera, e manifestazioni in ogni capoluogo di provincia.

Foto | 06 zoom - Fulmini Romani

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: