Sciopero e scontri a Roma: palazzo occupato in zona Policlinico, bombe carta sulla polizia

In via Andrea Cesalpino, tra Porta Pia e Policlinico, una palazzo (già sotto sequestro) viene occupato durante il corteo dello sciopero generale.

Schermata 2014-12-12 alle 14.53.44



Le forze dell'ordine intervengono per sgomberare subito gli occupanti che resistono e rispondono con lancio di bombe carta.

unnamed (6)


Le forze dell'ordine in tenuta antisommossa sono poi entrate nello stabile, una palazzina liberty sotto sequestro, fermando almeno 30 persone. Altri manifestanti, dopo la carica, si sono radunati in Piazza Galeno.

Il traffico nella piazza è bloccata. Sul palazzo ancora gli striscioni: "Il mondo di sopra si leva di mezzo", "Stabile sequestrato al malaffare".

unnamed (5)


I manifestanti hanno spiegato l'azione di protesta:

"l’occupazione prosegue la mobilitazione iniziata stamattina con tre cortei: gli studenti medi e universitari partiti da Piramide, i Movimenti per la casa da Porta Pia e gli addetti alla logistica da via di Salone. L’avevamo già occupato lo scorso 7 aprile, ma dopo qualche ora c’era stato uno sgombero violento. Oggi abbiamo scelto di ritornare qui perché le recenti inchieste hanno reso evidente che tutti quelli che hanno amministrato la nostra città hanno speculato anche sull’emergenza abitativa".

La palazzina era stata sequestrata e poi confiscata (2013) all’imprenditore Federico Marcaccini, noto come «il pupone», arrestato quattro anni fa dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, con 75 presunti complici, per traffico internazionale di cocaina.

  • shares
  • Mail