Vaccino Fluad a Roma e Lazio: somministrazione bloccata, noto dove è già stato distribuito

Decessi legati alla somministrazione del vaccino anti influenzale Fluad spingono la Regione Lazio a bloccare la somministrazione e rendere noto dove è stato distribuito a Roma e nel Lazio.

Vaccino Fluad a Roma - la Regione lo blocca

A quanto pare i decessi legati alla somministrazione del vaccino anti influenzale Fluad sono saliti a quattro, spingendo la Regione Lazio ad attuare ulteriori misure cautelative per evitare situazioni critiche, sospendendo la distribuzione e la somministrazione del vaccino Fluad.

Il leader regionale della Fimmg (la federazione dei medici di famiglia) Pier Luigi Bartoletti ha reso anche noto dove è stato distribuito il vaccino a Roma e nel Lazio.

Le aree di Roma in cui sono stati distribuiti i lotti del vaccino antinfluenzale Fluad sono le Asl Roma C la Roma A (Centro storico, Montesacro, Tufello e Bufalotta), ma anche Ostia (RmD). Nel Lazio sono Rieti, Poggio Mirteto e anche Viterbo.

È lo stesso Pier Luigi Bartoletti a dichiarare quanto al momento sembri invece difficile, determinare quanti vaccini 'incriminati' siano stati effettivamente iniettati:

"Per quello ci vorranno ancora uno o due giorni per fare i conti medico per medico. Ma ieri sera abbiamo subito inviato via sms a tutti i 5000 medici di famiglia del Lazio, di cui circa 2000 a Roma l'indicazione dello stop, e al momento non ci risultano effetti collaterali registrati".

Dalla nota della Regione Lazio apprendiamo nel dettaglio che

"La Regione Lazio ha dato disposizione a tutte le Aziende sanitarie locali di sospendere, in via precauzionale ed in attesa delle comunicazioni ufficiali dell’Aifa, la distribuzione e la somministrazione del vaccino Fluad in giacenza a prescindere dai lotti segnalati. Le dosi dei lotti sospetti sono complessivamente 57mila su un totale di farmaci ordinati pari a 947mila dosi. La campagna è già a due terzi dell’obiettivo stabilito. La Regione Lazio che ha un elevato livello di copertura grazie anche all’impegno dei Medici di medicina generale, nel sottolineare l’assoluta importanza e utilità del piano antinfluenzale in atto, conferma che il Fluad rappresenta solo una minima parte del totale dei vaccini utilizzati. Si sta comunque procedendo nel lavoro di verifica con il servizio di farmacovigilanza. Da segnalare che la vicenda del vaccino ha risentito di grossi limiti di comunicazione istituzionale dell’Aifa verso le Regioni poiché ad oggi il Lazio non ha ricevuto segnalazioni ufficiali da parte dell’Agenzia del farmaco".

Da una nota della Regione Lazio e della Fimmg Lazio apprendiamo anche che il blocco della somministrazione del vaccino Fluad non interrompe la campagna di vaccinazione antinfluenzale che utilizza il Vaxigrip, assolutamente sicuro.

"Nel Lazio prosegue la campagna di vaccinazione antinfluenzale in piena sicurezza e con l'apporto dei medici di medicina generale. La scelta condivisa di sospendere in via precauzionale la somministrazione del Fluad deriva dal fatto che il lotto interessato in uno degli eventi avversi, segnalato dalla rete di farmacovigilanza, non rientrava nei due lotti indicati da AIFA. Ora attendiamo gli esiti delle verifiche.

Ribadiamo l'importanza di avere la copertura vaccinale e di rivolgersi con fiducia al proprio medico di famiglia che è a disposizione dei cittadini. Il vaccino utilizzato dai medici di medicina generale è il Vaxigrip, assolutamente sicuro, indicato anche in gravidanza e in assoluto il più utilizzato nella campagna vaccinale in corso".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail