Tor Vergata, nuovo sgombero di Rom


Dopo quello di Tor Pagnotta adesso lo sgombero di Tor Vergata. A pochi giorni dallo smantellamento del campo nomadi che per anni ha vissuto ai margini della via Laurentina un nuovo campo Rom abusivo è stato sgomberato dalle ruspe del Comune di Roma.

Il nuovo insediamento si trovava sulla via Casilina all'altezza di via Duilio Cambellotti nella zona di Tor Vergata. Un’area, ha ricordato il sindaco Veltroni a lavoro ultimato, destinata “ad accogliere importanti strutture universitarie” in quella che nei prossimi anni sarà destinata a diventare una zona di eccellenza della Capitale, con un policlino tra i migliori d’Italia, la Seconda università ed il campus sportivo con la grande piazza disegnata da Calatrava ed il palazzetto dello sport che ospiterà, tra le altre cose, i mondiali di nuoto del 2009.

Ad essere allontanate dagli agenti del VIII° gruppo della municipale sono state circa 250 persone tutte di origine rumena. Cento, invece, le baracche abbattute.

La riqualificazione, dunque, continua ma non tutti sembrano sodddisfatti. Mentre infatti al Comune si dicono contenti del ripristino della legalità in molte aree della città An ha chiesto al sindaco di delocalizzare i campi oltre il Gra. Occhio non vede cuore non duole sembrerebbe il motto della richiesta. Si, ma poi vagliela a spiegare ai cittadini delle zone oltre il Gra dove i rom verrebbero spediti come pacchi postali… Insomma siamo alle solite: per risolvere il problema i Rom li dobbiamo integrare o allontanare?

  • shares
  • Mail
132 commenti Aggiorna
Ordina: