Un nuovo Alberone a Roma: trovato il sostituto di quello crollato

Non ci è voluto tanto per trovare un sostituto al gigante del quartiere storico della città.

Schermata 2014-11-14 alle 10.01.54


Una mattina di pioggia e vento e la città ha perso uno dei suoi simboli, l’Alberone, lo stesso che dava il nome al noto quartiere. Occhi lucidi per gli abitanti della zona, per i cittadini non giovanissimi e per i passanti che si sentivano quasi protetti dal gigante di 134 anni che vegliava su un tratto storico importante. Oggi la ricerca del leccio da parte dell’Assessorato all’Ambiente sembra essere finita, perché è stato trovato il suo sostituto.


Ha la veneranda età di un secolo e mezzo, ben 150 anni e una circonferenza di 1,60 metri per dieci metri. I numeri ci sono tutti, insomma, se si pensa che quello precedente aveva un peso totale di 60 quintali e una altezza di 9 metri. La domanda è: riuscirà davvero a far dimenticare quello precedente, rovinosamente caduto sull’asfalto fino a ferire una donna e rischiando di fare una strage?

Il nuovo leccio proviene dal vivaio Aumenta di Pontinia, in provincia di Latina e, per fortuna, non ha richiesto una ricerca esagerata. Si conosce già la data in cui verrà piantato e il quartiere avrà di nuovo il suo albero gigante.

Sarà il prossimo 21 novembre e sostituirà quello che era stato donato all’età di 106 anni dalla campagna di sponsorizzazione del Messaggero. Era il 3 settembre 1986, ma quel passato non c’è più e ora, vittima dell’incuria e del tempo, l’antico vegetale cambia volto ma non significato per i romani che lo hanno in qualche modo amato.

  • shares
  • Mail