Capodanno 2012 a Roma: il ritmo della festa tra Concerti, Party e Veglioni

Fireworks in Viana_�Blackangel�

Nella giungla metropolitana della città eterna il ritmo della festa di Capodanno è multiforme come le atmosfere e i gusti di chi la vive e attraversa da secoli, anche quando lascia la strada e la piazza per locali e templi di ogni sonorità come il Parco della Musica, che aspetterà Capodanno con le “Dieci dita” di Claudio Baglioni e i cori soul del South Carolina Mass Choir in pieno Roma Gospel Festival.

Anche senza 'ballo di san vito' che scorre nelle vene, la voglia di ballare sul nuovo anno 'alla faccia di chi ha l'ambizione di farci saltare come scimmie ammaestrate' va a ritmo alternative indie rock wave britpop disco con la special edition di SCREAMADELICA del Circolo Degli Artisti, Rap & Danche Hall Reggae al Brancaleone, dance anni '90/00 al ritmo delle hits di questo millennio! alla consolle dei Borghetta Stile all'Orion Live di Campino, con un gran gran ballo rock al Black Out, house, commerciale & revival alla Cappa Mazzoniana, elettro-house per il Capodanno “One” in tandem di Spazio Novecento & Room 26.

Le porte del Micca Club si spalancano addirittura al New Year's Saloon Party per ben due giorni, strizzando l’occhio a Far West con tanto di Dj set 20's to 70's, Can Can Girl, Burlesque Show e concorso per chi si veste a tema, mentre quelle dello Sporting Club Parco De Medici prendono il largo con il Pirates New Year’s Party.

L’Art Cafè & Babel giocano un doppio con I Soliti Idioti, mentre il Capodanno del Piper Club con musica anni 70, disco 80 e house commerciale, vanta una Special Guest del calibro di Cristina d'Avena, e l’Angelo Mai tutti quelli del Total Caracallas 2012 Party e dello Show che urlerà la sua dichiarazione di indipendenza e di ostilità agli striscianti eserciti del vecchio e del marcio.

Il Salone delle Fontane, dopo aver ospitato il cono di Natale, apre le danze con numerosi Dj's e il Cabaret di Antonio Giuliani, risate di gusto anche alle Distillerie Clandestine con Nino Taranto e al Ducati Caffè con le 3M di Marco Tana, Marco Capretti e Marco Passiglia, seguite dalla disco fino all'alba del nuovo anno, Villa Squisito dedica la notte di San Silvestro a quella ‘Dolce Vita’ perduta di Via Veneto, i ritmi latinoamericani echeggiano dal Palacavicchi allo Shangò, mentre se vi sentite più trasgressivi aspettate la prossima segnalazione ...

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: