Tomba di Nerone: 34enne nuore lanciandosi dal quinto piano

Mercoledì 12 novembre 2014 si apre a Roma con il suicidio di un uomo di 34 anni, lanciato dal balcone della sua abitazione in via Tomba di Nerone, vicino al celebre monumento funebre che ammanta il gesto di una sorta di macabro presagio.

Tomba_di_Nerone

Ogni giorno la cronaca di Roma trasuda gesti folli e disperati di qualcuno che non tollera più di continuare a vivere.

Gli albori di questa mattina sono stati testimoni del gesto estremo di un uomo di 34 anni, lanciato dal balcone della sua abitazione che si trova al quinto piano di via Tomba di Nerone che prende il nome dal vicino monumento omonimo (nella foto).

Il corpo è stato ritrovarlo dai condomini, allertati dal forte tonfo scatenato dalla caduta del corpo sull'asfalto. Gli stessi vicini che hanno allertato la polizia, giunta prontamente sul posto alle ore 6.45 ma purtroppo solo per constatare il decesso dell'uomo. 

Sul posto sono intervenuti gli agenti del Commissariato Flaminio e i vigili del fuoco, che hanno docuto forzare la serratura della porta per entrare nell'appartamento chiuso a chiave dall'interno.

Ignoti al momento e come al solito restano i motivi del gesto, mentre a gettare sul gesto una brutta atmosfera è la vicinanza con quel monumento sepolcrale edificato lungo l'antica via consolare Cassia nella seconda metà del III secolo, erroneamente ritenuto la tomba dell'imperatore romano Nerone, morto suicida dopo una frenetica fuga da Roma per non essere catturato vivo.

Il realtà questo monumento è il sarcofago di Publio Vibio Mariano, proconsole e preside della Sardegna e prefetto della Legio II Italica, ma questo non getta sfumature meno macabre sull'evento di questa mattina.

Foto | Wikipedia

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: