Gita fuori porta: grandi feste per l’olio nuovo

È già tempo per l’oro verde, ma quest’anno la produzione è limitata

fuoriportaolioinfesta

 

Purtroppo la notizia che è circolata è vera: quest’anno la produzione di olio d’oliva non è stata soddisfacente e così il prezzo di questo pregiatissimo prodotto italiano – che nel Lazio, grazie alla Sabina è addirittura dop – rischia di schizzare alle stelle. Ce ne siamo resi conto cercando le feste dell’olio che in genere animano la nostra regione in questo momento dell’anno per redigere la nostra rubrica del fuori porta: nel 2014 sono drasticamente diminuite.

Resta, però, l’appuntamento a Vignanello con la XV festa dell’olio e del vino novello che condivide tempi e spazi con il IV raduno dei camper. Come sempre, passeggiando per i vicoli medievali del centro storico, potrete inebriarvi degli effluvi mandati dalle olive nella fase di molitura e dell’uva appena trasformata in vino: un percorso del gusto che davvero si affida ai 5 sensi, dunque, e che si completa con un salto indietro nel tempo alla riscoperta degli antichi mestieri e con tante visite guidate in programma.

E veniamo, quindi alla cultura: saranno oggetto di aperture straordinarie con guide che vi racconteranno tutto quello che c’è da sapere sui monumenti locali, il castello Ruspoli e la chiesa Collegiata. Il primo è stato costruito nel 1500 ed è passato di mano in mano tra le più influenti famiglie romane; oggi la parte più interessante è il giardino all’italiana, una vera e propria mostra di piante di verdura che venivano coltivate (e mangiate) già quattro secoli fa. In questi giorni sarà possibile anche cenare nelle segrete del maniero: un’occasione di una suggestione unica e da non perdere!

La chiesa Collegiata, invece, in stile barocco, fu eretta su una precedente chiesa romanica e inaugurata da Papa Benedetto XIII nel 1725. Un’altra proposta interessante per il vostro weekend è la visita alla Vignanello sotterranea con i suoi ‘connutti’ - i cunicoli nel dialetto locale - appassionanti stradine di un viaggio che parte dall’epoca falisca e arriva fino ai giorni nostri. Infine, anche giochi medievali, esibizioni degli sbandieratori, orchestre in piazza e artisti di strada, oltre al piccolo trekking, domenica mattina, sul tema del profumo della storia tra Medioevo e Rinascimento.

A Vetralla, invece, soprannominata non a caso Città dell’Olio, si svolge la manifestazione Orgolio, in cui si potranno degustare e acquistare a prezzo promozionale gli olii extravergine d’oliva dei migliori produttori della zona. Armatevi, dunque, di bruschetta e scendete in campo nella pugna per quale sarà incoronato l’olio migliore della Tuscia, tra ospiti speciali, showcooking, spettacoli, laboratori, cene a tema e molto altro.

Foto | U.S. Department of Agriculture

  • shares
  • Mail