Freddo e nubifragi: l’ondata di maltempo sta arrivando anche sul Lazio

Preparate gli ombrelli, queste saranno le ultime ore di sole di una settimana fredda e carica di temporali: parola di esperti.


Grandine-a-Roma-620x350


Roma si è svegliata con un leggero freschetto ma ancora con il dolce raggio del sole. Poche ore ancora per godere di belle giornate però, perché ormai ci siamo: l’ondata di forte maltempo annunciata da giorni è davvero in arrivo.

Interesserà buona parte dell’Italia e al Nord si sta già facendo sentire, ma si sposterà in poco tempo pure sul Lazio portando violenti e pericolosi nubifragi e momentanei abbassamenti delle temperature.

Se l’estate tanto lunga è finita all’improvviso nella seconda metà di ottobre, facendo calare nel giro di poche ore la colonnina di mercurio sensibilmente tra martedì e mercoledì il primo allarme meteo riguarderà il Nordovest, per interessare poi il resto della Penisola.

A causare il maltempo sarà una perturbazione atlantica che tiene in allarme gli esperti per la sua probabile violenza. Se la pioggia inizierà a cadere su Liguria e Piemonte e, soprattutto, nell’arco Verbano-Cusio-Ossola e tra Imperia e La Spezia, passerà poi alla Lombardia insistendo con instabilità di diversa intensità, pure tra giovedì e venerdì. In alta quota di sicuro nevicherà, mentre l’aria fredda polare partirà dalle Isole Britanniche passando dalla Spagna orientale e dal Marocco settentrionale e Algeria nord-occidentale e allungarsi verso l’Italia.

Scontrandosi con l’aria calda desertica porterà venti e scirocco che andranno a trasformarsi via via incontrando il mar Tirreno, lo Ionio e l’Adriatico, causando nuvolosità e brutto tempo.

Le precipitazioni saranno insistenti sulle regioni del centro-nord con peggioramenti già da oggi, mentre sul Lazio e su Roma si attendono fenomeni più irregolari ma i temporali sono assicurati su tutta la regione, così come su Toscana e Sardegna. Giacche più pesanti, ombrello e tanta pazienza: l’illusione che l’inverno fosse lontanissimo, comincia a svanire ci tocca di nuovo attendere il freddo.

  • shares
  • Mail