Nursery in rete (0-12 mesi): A Roma lo store gratuito per bebè più grande d’Europa

Avete tanti vestitini ancora belli del corredino dei vostri bimbi e non sapete più cosa farne? Prima di sgombrare i cassetti, fateci un pensierino: c'è un progetto che vi consente di aiutare chi non può permettersi di comprare quel che a voi avanza.

Si chiama Nursery in rete (0-12 mesi) ed è lo store gratuito per bebè più grande d’Europa, finanziato dalla Regione Lazio. Sarà inaugurato ufficialmente domani 29 ottobre, in via Ramazzini, ma sono già 370 i bebè sotto i 12 mesi che, dal 29 luglio.

Da domani in poi troveranno un aiuto concreto, grazie ad esso, mille famiglie in difficoltà con bambini da 0 a 12 mesi, che potranno avere, gratis, il corredino per i loro piccolini, componendolo come più piace a loro fra i pezzi resi disponibili, dal vestiario agli accessori o i prodotti per l'igiene.

Ma chi c'è dietro? Ci siamo già occupati in passato di Salvamamme, una associazione bellissima portata avanti con coraggio dalla presidente Grazia Passeri, per mamme (soprattutto quelle sole) in difficoltà economiche, che non riescono a fornire ai propri piccoli, a volte, neanche lo stretto necessario.

E oggi Salvamamme porta a compimento "in grande" il suo progetto più bello. I prodotti saranno resi disponibili gratuitamente, appunto, anche dell'aiuto di migliaia di famiglie romane e da tantissime imprese che contribuiscono con le loro donazioni di vestiario o economiche. Il progetto restera” attivo fino a luglio 2015 e vive appunto non solo dell'impegno di volontari e operatori oltre che di donazioni, di vestiario o economiche.

baby

Puntando non solo ai grandi numeri ma anche alla qualità e alla bellezza di quanto verrà donato.
Nella convinzione, come scrive l'associazione, che "la risposta alle necessità di cura della persona e il soddisfacimento dei bisogni primari quali il mangiare e il vestiario sono il primo passo per il riappropriarsi della dignità e andare verso la restituzione dei diritti di cittadinanza".

Via | Salvamamme

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail