Il tour di Halloween: scorci e musei romani che forse non conoscete

Una passeggiata alternativa e soprattutto a tema in vista della prossima festività di origine anglosassone.

La bellezza ha un lato solare e uno oscuro, sempre. Se la città misteriosa per eccellenza in Italia è Torino, a sorpresa (nemmeno tanta) a ridosso di Halloween ci accorgiamo che anche Roma, ha un’anima meno nota e tutta da scoprire. I suoi tanti monumenti e la storia distraggono il visitatore da questo suo aspetto altrettanto affascinante, ma per chi conosce bene ogni suo angolo forse è il momento di guardare oltre e cercare l’aspetto noir.

Un tour che riguarda musei, elementi del passato, strade e quartieri può essere previsto con facilità ed è consigliato dall’Hotel Quirinale di via Nazionale, dove è possibile prenotare ancora un soggiorno a tema con tanto di menu ad hoc per l’occasione (in carta solo il 31 ottobre).

Sformatino di zucca e porcini, crema di riso venere e fonduta di gorgonzola
Pacchero al ragù d’anatra e pistacchio
Agnello sotto il mantello di verza con patate al timo
Pera caramellata con quenelle di ricotta dolce

Ed ecco poi un itinerario romano meno convenzionale e assolutamente coinvolgente:

Museo delle Anime dei Defunti?, Chiesa del Sacro Cuore del Suffragio, Lungotevere Prati

??A fine Ottocento la cappella adiacente alla chiesa si incendiò (2 luglio 1897) e si salvò soltanto un elemento bruciacchiato che ricordava un volto umano. Questo fu ritenuto dal sacerdote un indizio che le anime del Purgatorio ci parlano e da allora ha raccolto tanti elementi sull’argomento, conservati oggi in un particolare allestimento.

La magnifica chiesa in stile gotico ma costruita nel 1894. L'aspetto metafisico più precisamente è questo: il prete don Victor Jouet assistette ad un evento miracoloso. Vide apparire sulla parete dietro l’altare una figura di un volto umano con aria malinconica e triste, come fosse intrappolata vita terrena e il Purgatorio. Da quel momento il prete si dedicò alla fondazione del Museo.

Museo Storico Nazionale dell’Arte Sanitaria?, Ospedale Santo Spirito, Lungotevere in Sassia??

All’interno tutti i documenti che mostrano il passaggio della medicina da pratica quasi magica a scientifica.

Museo del Crimine?, Via del Gonfalone 29, Centro Storico??

Tre piani per raccontare la storia del crimine e della relativa giustizia nel nostro Paese. Il tutto con la presenza di antichi e tremendi oggetti di tortura.

Castel Sant’Angelo, ?Lungotevere Castello

??Prima di diventare museo è passato da mille trasformazioni e tutt’ora sono visitabili le antiche carceri, per cui non è esclusa la presenza di spiriti.

Muro Torto?, Viale del Muro Torto, Quartiere Pinciano??

Tra il Pincio e Villa Borghese, qui furono decapitati Targhini e Montanari, che si dice passeggino la sera con le loro teste in mano. Ai fortunati regalano numeri vincenti.

Via San Calepodio, ?Quartiere Monteverde Vecchio

??Vi abitava il marchese De Marchettis che resosi conto di essere vittima di un maleficio, chiese l’aiuto di un esorcista ma durante la pratica morì. Si dice che oggi torni periodicamente a farsi vedere.

Colosseo??

Si racconta che sia sede delle “belve fantasma”, derivanti da animali e uomini che in questo luogo hanno trovato atroce morte.

??La Cripta dei Frati Cappuccini,? Convento dei Cappuccini, Via Veneto

??Bellissima la cripta-ossario realizzata con le ossa di circa 4000 frati cappuccini. In cinque cappelle si trovano i corpi interi dei religiosi, ormai mummificati.?

Fantasmi romani

Infine tra Ponte Sant’Angelo, Piazza Navona e Campo de’Fiori si narra che sia possibile percepire la presenza di anime inquiete che vagano. Sul ponte potrebbe apparire il fantasma di Beatrice Cenci, a Piazza Navona il fantasma di Donna Olimpia Maidalchini detta “La Pimpaccia” e tra Piazza Farnese e Campo de’Fiori, Alessandro conte di Cagliostro con la moglie e Papa Alessandro VI Borgia. Buona cacci, acchiappafantasmi!

  • shares
  • Mail