La settimana dei Municipi. Morire di incuria

incuria Morire contro un cartellone pubblicitario. Abusivo. Un cartellone che lì, in una città diversa non ci sarebbe dovuto neanche essere.

Una morte beffarda e infame e di cui si spera qualcuno risponderà per l'incuria che ne è stata la causa, quella di Enis Kraja, 30 anni, albanese e che ha ridotto in gravissime condizioni la sua fidanzata Iana, russa. Una vita fatta di sacrifici, la loro che “si amavano tanto” da sette anni, come ricorda la sorella di Iana, e quella sera stavano rincasando sulla Tuscolana dal lavoro come camerieri in un ristorante della Portuense.

"La Giunta Alemanno, che intende dichiararsi parte civile, è stata da sempre dalla parte delle inciviltà. I Municipi che, come l'XI, provarono
ad agire ed a contrastare l'inerzia connivente con le agenzie di affissioni sono stati ostacolati in ogni modo dal centro destra alla guida della città - dichiara il presidente del Municipio Roma XI, Andrea Catarci.

“A via Grottaperfetta, a via Sartorio, a piazza Lotto, il Municipio XI, in collaborazione con la Regione Lazio, prima dell'avvento della Polverini, restituì alla cittadinanza la splendida vista del parco di Tor Marancia – ha spiegato il minisindaco - Ma invece dei ringraziamenti per aver fatto quello di cui la giunta Alemanno non era capace, si ebbero in cambio accuse ed ostruzionismo”.

Drammatico episodio di violenza poi nel Municipio IV, a Roma, che ha fatto balzare alle cronache nazionali alcuni esponenti del Pd municipale, in primis il consigliere Paolo Marchionne e quattro suoi collaboratori, aggrediti mentre affiggevano nella notte dei manifesti antimafia in via dei Prati Fiscali. Secondo i quattro, in ospedale con punti di sutura alla testa e braccia rotte, uno dei “picchiatori” si sarebbe fatto riconoscere, e apparterrebbe a Casapound.

Immediata ovviamente la solidarietà di Bersani, che l'ha contattato al telefono, e lo sdegno del sindaco Alemanno. E immediate le polemiche di chi ovviamente qualifica questa città come sempre più avvolta nelle spire di una violenza che, appunto, ormai fa “cronaca” nazionale.

Ma le realtà dei Municipi di Roma sono fatte anche di problemi non così eclatanti (verrebbe da dire: per fortuna) come la querelle sul gattile abusivo del Municipio VI, svelato da Striscia la notizia. "Abbiamo richiesto – ha detto Giorgio La Porta, consigliere municipale del Pdl - la convocazione straordinaria della Commissione Ambiente, anche e soprattutto per capire quali provvedimenti siano stati
adottati negli ultimi anni e se è vero che tale ricovero, che non abbiamo problemi a definire lager, esista da almeno un decennio. Gli animali devono avere una loro dignità e il Comune ha il dovere di chiudere questi luoghi di degrado".

Alcune famiglie dell'Eur hanno inoltre denunciato l'inagibilità di una scuola nel Municipio XII, la scuola primaria e dell'infanzia 'Eur' in via dell'Elettronica a Roma. Il minisindaco, Pasquale Calzetta, ha risposto con una nota, rassicurando i genitori sullo stato di avanzamento dei lavori, che, afferma, "hanno ottenuto la certificazione dei vigili del fuoco, lo scorso 29 settembre".

In una lettera, i genitori avevano parlato di "uno stato assolutamente inaccettabile per la salute dei propri figli, e di una situazione "offensiva della dignita' e del decoro dei bambini" chiedendo l'intervento delle autorita' competenti per "ripristinare immediatamente e definitivamente le condizioni funzionali della scuola".

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: