Bici Roma: pedalando senza piste ciclabili degne di questo nome

Ciclabile Dorsale Colombo interruzione

Quello che manca ai ciclisti urbani della capitale, non è certo la voglia di pedalare, la giusta dose di consapevolezza dei rischi, il coraggio di affrontare i percorsi accidentati della giungla d’asfalto, o il desiderio di condividere la propria esperienza e conoscenza del territorio con chi potrebbe migliorarlo.

Certo, stando all’Indagine sulle piste ciclabili a Roma: un anno dopo appena presentata dall’Agenzia (per il controllo e la qualità dei servizi pubblici locali del Comune di) Roma, grazie anche al monitoraggio puntuale e al contributo offerto del nutrito gruppo dei Ciclomobilisti romani, c’è ancora parecchio da pedalare, e per un bel po’ probabilmente ai margini della strada, stando sempre ben attenti a non schiacciare ed essere schiacciati da nessuno.

Con tutta l’ironia possibile si può anche pedalare su ponti ciclopedonali al buio, marciapiedi Ciclopedonali affollati, interrotti, bizzarri, piste che qualcuno non a torto ribattezza "inciclabili", senza parlare di quelle fantasma, o che potrebbero fare presto il girotondo dentro i giardini di Piazza Vittorio.

Per chi si rompe regolarmente ossa e bici ‘in pista’ ci sono comunque le efficienti ciclofficine popolari a dare una mano e una chiave di supporto, e sabato 3 dicembre nello spazio sociale 100celleaperte a partire dalle 20.00 si festeggia anche il primo anno delle ciclofficina Luigi Masetti.

Per i festeggiamenti l’officina rimane aperta fino alle 22.00, chi pesca il numero buono alla riffa può vincere anche una splendida bici rimessa in sesto dai prodi meccanici al titanio della ciclofficina, altrimenti ci si può sempre rifare con il live della Bottega Glitzer, il 100cl critical bar, la cena biologica e vegan, con sottoscrizione al tavolo del buffet, consapevoli che il ricavato del serata servirà per la costruzione del nuovo magazzino della ciclofficina.

Se vi attira di più una bella pedalata domenicale in compagnia, per il 4 dicembre potete scegliere tra mare e obelischi, pedalando da Ostia a Torvaianica nel tratto di litoranea che attraversa le dune e costeggia il mare in compagnia di OSTIAINBICI XIII, o andare alla Scoperta degli Obelischi della Capitale con Bicibike, ma se avete altre cose da proporre, siamo in ascolto..

  • shares
  • Mail