Varchi ZTL a Roma: l'incubo del del Varco 77 è finito (forse)

Varchi ZTL a Roma: l'incubo del del Varco 77 è finito (forse)

Chi vive a Roma lo conosce bene: il varco Ztl numero 77 fa parte di quei tanti angoli della Capitale in cui la segnaletica è confusa e contraddittoria. Il risultato è una pioggia di multe che arrivano ai cittadini (il record è di circa trenta contravvenzioni) a causa di un varco ingannevole: nascosto dietro i cartelli che indicano la Zona a Traffico Limitato infatti, c'è un dispositivo "Sirio ves". Una telecamera che continua a segnalare infrazioni anche se il display riporta la scritta "Varco non attivo". Motivo?

La presenza di una corsia preferenziale poco visibile (ora coperta anche da lavori al manto stradale) a cui - ovviamente - possono accedere solo bus e taxi. Così lo "Stramaledetto varco 77 di via Serpenti" è diventato un gruppo di protesta su Facebook e ha catalizzato molti di quelli che stanno cercando di ottenere giustizia dando anche la possibilità agli iscritti di stamparsi i moduli per fare ricorso.

Ricorsi che iniziano ad essere vinti, soprattutto in virtù del fatto che per installare i dispositivi Sirio ves è necessario rispettare l’articolo 1 Dpr 250/99 che prevede una autorizzazione dal ministero dei Lavori pubblici. Autorizzazione che - indovinate un po' ? - non è stata mai richiesta. La speranza è che, questa protesta (e i risultati ottenuti dai cittadini) spinga il Comune a modificare la segnaletica e a regolamentarla in modo legale.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: