Il Luneur riapre i battenti

Luneur Il Luneur, storico parco dei divertimenti della capitale, si è rifatto il look e dal 3 marzo riapre al pubblico. Ha compiuto da poco cinquant’anni e serviva un restyling per potersi adeguare alle nuove tendenze del divertimento ed essere in linea con gli altri parchi italiani, come Gardaland e Mirabilandia.

Il luna park presenta settanta attrazioni e giostre per tutti i gusti, oltre a show dal vivo. Non mancheranno l’ottovolante con cui vedere Roma dall'alto e il castello degli orrori con cui mi divertivo tanto da bambina. Tra le novità, una nuova formula indirizzata non solo ai piccoli e ai giovani ma anche agli adulti, e la chiusura di molti ingressi secondari: sarà attivo il principale, su viale dell’Industria, aperto tutti i giorni, e quelli su viale della Pittura e viale dell’Artigianato da dove si potrà entrare solo di sabato e nei festivi.

Il parco rispetto al passato sarà arricchito con spettacoli di magia, clowneria, punti dove è possibile rifocillarsi, oltre a tre musei dedicati all’ arte navale, ai fossili e ai minerali. Il parco ci stupirà con grandi attrazioni che cambieranno con il cambio delle stagioni: a Natale sfileranno le bancarelle e i mercatini, e all’arrivo dell’estate e del caldo partiranno i divertenti giochi d’acqua.

Una volta pagato il prezzo di ingresso (22 euro, l'intero e 16 euro, il ridotto), ci si potrà dare alla pazza gioia senza limiti, senza dover pagare ad ogni giro di giostra come era una volta. L’unico inconveniente è che bisognerà portare pazienza e fare la fila. E’aperto ogni giorno dalle 13.00 alle 20.00, il sabato e prefestivi dalle 14.30 alle 24.00, nei festivi dalle 10.30 alle 20.00.

Per informazioni chiamare lo 065925933.

fonte: Culturalnews

foto | pensiero

  • shares
  • Mail
67 commenti Aggiorna
Ordina: