Gita fuori porta: a Sambuci per l’ecofesta della polenta


Semplice da reperire, veloce da preparare, economica e soddisfacente: li aveva proprio tutti i pregi la polenta, principale alimento della dieta dei poveri e dei paesani di Sambuci, che ora ci tengono in modo particolare a celebrarla ogni anno a fine ottobre in concomitanza con la festa del loro patrono, San Celso, in onore del quale organizzano la Festa della polenta.

Quest’anno la manifestazione sarà all’insegna dell’ecosostenibilità: durante tutto il weekend, infatti, sarà effettuata la raccolta differenziata in punti ad essa dedicati e tutte le vettovaglie saranno rigorosamente biodegradabili. Salute e benessere anche nei prodotti utilizzati nel corso dell’appuntamento gastronomico: la polenta usata è prodotta da un mulino poco distante che utilizza ancora macine in pietra, mentre le salsicce sono di puro suino italiano, prove di lattosio.

A Sambuci, infatti, anticamente la polenta era mangiata priva di condimento; raramente accompagnata da carne o verdure. Oggi che è diventata un cibo ricercato, se ne trovano ricette che la accompagnano con i funghi, i quattro formaggi, ma nulla è comparabile con il classico sugo con le spuntature.

Anche la cornice in cui apriranno gli stand per le degustazioni e in cui si svolgeranno i pasti è davvero particolare e rende unico l’appuntamento di questo weekend: il cortile dello splendido castello Theodoli, dove non sarà difficile scorgere figure in costume medievale.

Trattandosi di una festa religiosa ‘contaminata’ dal piacere profano del palato, non dobbiamo dimenticarci il concerto della banda in onore di San Celso e la processione che porta in giro per i vicoli di Sambuci le reliquie del Santo, che normalmente sono conservate nella parrocchia di S.Pietro, fondata dai Benedettini nella parte più alta e antica del paese.

Vi lascio con una curiosità che potrete verificare voi stessi appena entrati nella chiesa: sul lato sinistro dell’altare maggiore è ubicata una finestra che consentiva ai nobili residenti nel castello a seguire le cerimonie religiose… direttamente da casa.

Foto | Flickr

Festa della polenta

  • shares
  • Mail