Cristoforo Colombo: morto ciclista, il secondo in 15 giorni

Oggi, martedì 14 ottobre 2014, un uomo di 65 anni in bicicletta, ha perso la vita lungo la Cristoforo Colombo, seguendo il triste destino della donna morta due settimane fa.

La Cristoforo Colombo continua a non esser una strada sicura per nessuno, pericolosa per tutti, in particolare per chi viaggia in sella ad una bicicletta, rischiando di perdere equilibrio e la vita ad ogni dosso, curva o svincolo di questa arteria cittadina che collega il cuore di Roma alla sua spiaggia.

L'ennesimo incidente mortale lungo le strade di Roma sud che questa mattina, è costato la vita ad un uomo di sessantacinque anni, durante la una collisione con una Alfa 156, duecento metri prima dell'incrocio con via Carlo Levi, all'altezza dello svincolo con il Centro Commerciale Euroma 2.

Un uomo trasportato in codice rosso dal 118 all'ospedale Sant'Eugenio dove dopo poco è morto. Il secondo ciclista della stessa età che muore in bicicletta lungo la Cristoforo Colombo, dopo la donna investita da una Mercedes Classe A e morta lo scorso 30 settembre, all'altezza di Mostacciano, in direzione di Ostia.

Tragici 'incidenti' che deviano per un po' il traffico, creano qualche coda, forti rallentamenti, giusto il tempo di prestare i soccorsi, effettuare i rilevamenti del caso e smaltire il traffico, ma dei quali ben presto non restano che labili tracce sull'asfalto e altri numeri per le statistiche.

In parecchi si chiedono se questa cronaca di morti annunciate avrà mai termine e il piano quadro della ciclabilità approvato dal 2012 e mai finanziato, lascerà prima o poi i cassetti per arrivare sulla strada, mentre si continua a prendere parte a manifestazioni a pedali che aspirano alla sicurezza, come la gara ciclistica e la ciclopasseggiata ROAR Roma Ostia Andata e Ritorno organizzata da BiciRoma per il prossimo 26 Ottobre.

  • shares
  • Mail