Villa Alberto Sordi: una casa-museo per Roma che aspetta le volontà testamentarie di Aurelia

Con Aurelia Sordi appena scomparsa, la Villa di Albertone torna protagonista dei progetti di casa-museo, facendo cinguettare anche il Ministro Franceschini.

La povera Aurelia ci ha appena lasciati, ma in attesa dei funerali che dovrebbero celebrarsi domani, martedì 14 ottobre, nel battistero della basilica di San Giovanni in Laterano, il patrimonio ereditato del suo celebre fratello torna argomento di attese e progetti.

Scomparsa la sorella anziana, fragile e malata di Alberto Sordi, unica erede del suo prezioso patrimonio, non solo in termini culturali, e per questo già vittima di una truffa con raggiro di incapace al centro di un'inchiesta della Procura di Roma, non manca chi aspetta le volontà testamentarie di Aurelia Sordi, per avanzare proposte su beni come la villa nella quale la donna ancora risiedeva.

Tra questi anche il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, pronto a contattare la Fondazione creata da Aurelia per gestire l'eredità artistica e culturale lasciata dal fratello, a giudicare dai cinguettii condivisi dal suo stesso ministro, Dario Franceschini

La villa di via Druso all'orizzonte delle Terme di Caracalla e al centro del documentario "Alberto il grande" di Carlo e Luca Verdone, che continua a custodire storia e cimeli della vita e della fortunata carriera di uno degli attori e registi romani più amati.

Villa di Alberto Sordi - screenshot street view google maps

La villa che lei stessa desiderava trasformare in 'casa-museo', in memoria di quel fratello più piccolo con il quale ha finito per condividere una vita di gioie, dolori e pranzi della domenica, sino a quanto si è spento tenendogli le mani in quella stessa casa, nel lontano 24 febbraio 2003, già ricordato dal decennale della scomparsa.

Una villa che tanti vorremmo veder trasformata in casa-museo per poter godere di storie ed atmosfere lasciate dal nostro adorato Albertone Nazionale, ci mancherebbe, ma visto che al momento ospita la camera ardente di Aurelia e le tristi vicende che hanno accompagnato i suoi ultimi anni di vita, sarebbe contese e di buongusto come minimo aspettare i funerali, mentre immagino che se il buon Alberto potesse commentare la cosa con la sua proverbiale ironia, non esiterebbe ad usare uno di quei 'modi di dire' (il video a questo proposito è abbastanza esplicito) che hanno reso celebri battute e scene di film.

Foto | Villa di Alberto Sordi - screenshot street view google maps

  • shares
  • Mail