Bombolo in libreria: E poi cominciatti a fa l’attore

“E poi cominciatti a fa l’attore”, la biografia di Franco Lechner in arte Bombolo, in libreria dal 19 novembre 2014.

Rivedere Tomas Milian a Roma e in libreria, ha acceso non poche nostalgie nei romani cresciuti con “Er Monnezza” e la commedia vernacolare elevata dalla serie B a fenomeno cult.

Nostalgie e ricordi che Tomas Milian non ha mai smesso di tributare con affetto alla sua spalla più paffuta ed esilarante presa tanto volte a schiaffi, al punto da rendere una sua intervista rilasciata ad Ezio Cardarelli, l'inizio della prima e unica biografia (autorizzata dalla famiglia) di Franco Lechner, meglio conosciuto come Bombolo, o se preferite Bertarelli Franco in arte Venticello, quasi sempre al fianco dell'ispettore Nico Giraldi.

“la storia di un bambino povero, di un adolescente da subito adulto ... di tanti sacrifici per non far mai mancare nulla alla famiglia”. - Ezio Cardarelli

“E poi cominciatti a fa l’attore” proprio come lo avrebbe raccontato il piattarolo di Campo de' Fiori (venditore di piatti, tovaglie e ombrelli) nato al rione Ponte, scoperto da Pingitore e Castellacci al ristorante Picchiottino, dove spesso Franco pranzava dopo il solito giro con il carrettino della mercanzia da vendere. Come avrebbe fatto il Bombolo con il soprannome ispirato ad una canzone omonima del 1932 (scritta e musicata da Marf e Vittorio Mascheroni ma resa popolare dal Trio Lescano) arrivato a teatro e sul grande schermo con Remo e Romolo - Storia di due figli di una lupa e tanti film di Bruno Corbucci, da Squadra antifurto del 1976 al Delitto al Blue Gay del 1984.

 Bombolo e Ezio Cannavale

La storia di un comico preso in osteria, che inizia con l’intervista esclusiva di Tomas Milian e continua con racconti, fotografie, documenti inediti offerti dalla famiglia Lechner e testimonianze altrettanto esclusive, rilasciate da colleghi e amici artisti, da Pierfrancesco Pingitore a Maurizio Martufello, da Marina Marfoglia a Pippo Franco, tra i tanti.

La storia di uno dei personaggi più amati della commedia contemporanea, raccontata dall'esordio letterario del poliziotto Ezio Cardarelli, edito ad est dell’equatore (12 euro) dal prossimo 19 novembre, con la prefazione del critico e saggista Marco Giusti

Bombolo - foto con autofrafo

"Tzé, tzé. Un libro sulla vita e le opere di Bombolo? Certo che ne abbiamo bisogno. Perché non ci sarà mai più un altro Bombolo nel cinema italiano. E ci mancano le sue battute al punto che già a leggerne di nuove in questo libro ci esaltiamo. Come se non ne conoscessimo già abbastanza. Il fatto è che Bombolo non era esattamente un attore, era qualcosa di reale, di pesantemente vitale e scatenato, precipitato nel pieno del teatro e del cinema comico italiano degli anni ’70 e primi ’80. Come un meteorite. E infatti ci colpì immediatamente con una forza inaspettata. Come se ci fosse sempre stato. Senza bisogno di un Fellini che lo scoprisse." (dalla prefazione di Marco Giusti)

Bombolo - E poi cominciatti a fa l attore

Foto | Stampa Ilaria Urbani

  • shares
  • Mail