#FAIMARATHON 2014: alla scoperta di Roma lungo il Tevere

Tra una poesia del Belli e uno spuntino con pizza e mortazza a Trastevere, il 12 ottobre 2014 la FAIMARATHON 2014 parte alla scoperta di Roma lungo il Tevere

.

Già, la bellezza non è eterna, lo sa bene chi ha paura di perdere lo splendore del bene di Platone, l'esteriorizzazione dell'interiorità dei Greci, la salvezza del mondo dell’Idiota di Dostoevskij e di un principe buono alle prese con un mondo malvagio.

Magari anche la bellezza della nostra città, eterna si, ma non esageriamo. Magari già domani, più di 500 anni dopo quel 12 ottobre che portò Cristoforo Colombo a scoprire le Americhe, mentre noi facciamo ancora in tempo a scoprire l'uomo di Colombo approfittando della #FAIMARATHON 2014 focalizzata su Il Tevere e Roma: la Storia cammina lungo il fiume. Tranquilli per approfittarne non serve essere campioni di canoa del calibro di Costanza Binaccorsi.

800px-Roma-isola_tiberina01

Un viaggio nel tempo che corre lungo il Tevere, dall'Isola Tiberina, con visita esclusiva alla Basilica dedicata a San Bartolomeo costruita sui resti dell'antico tempio di Esculapio dall'imperatore Ottone III, nell'anno 998, per accogliere i resti dell'apostolo e di Sant'Adalberto vescovo di Praga; alla banchina sopraelevata del Porto di Ripa Grandes, protagonnista di questa magnifica stampa di Giovanni Battista Piranesi, ripulito nel pomeriggio dai volontari di "Retake Roma" e del FAI Giovani ai quali si può sempre dare una mano 'guantata', che si ripeterà anche in Piazza Belli.

Porto di Ripetta -Piranesi 1605

Il viaggio a tappe di 2,5 Km, che senza lesinare angoli di riposo con laboratori manuali per i piccoli 'maratoneti', scende sulla sponda dell'isola visitando ai resti dell'antica carena marmorea con vista sul Ponte Rotto e sul Ponte Fabricio, si avventura nel cuore di Trastevere al cospetto dell'omaggio marmoreo a Giuseppe Gioachino Belli, con rievocazione del cantore di sonetti in dialetto romanesco.

Gioacchino_belli

C’era una volta un Re cche ddar palazzo
manno’ ffora a li popoli st’editto:
Io so’ io, e vvoi nun zete un cazzo,
sori vassalli bbuggiaroni, e zzitto.
Io fo ddritto lo storto e storto er dritto:
pozzo ve’nneve a ttutti a un tant’er mazzo:
Io, si vve fo impicca’, nun ve strapazzo,
che’ la vita e la robba Io ve l’affitto.
Chi abbita a sto monno senza er titolo
o dde Papa, o dde Re, o dd’Imperatore,
quello nun po’ ave’ mmai vosce in capitolo”.
Co st’editto anno’ er boja pe ccuriero,
interroganno tutti in zur tenore;
e, arisposero tutti: E’ vvero, e’ vvero.

Li soprani der monno vecchio 21/01/1832

Si prosegue passando dove antiche terme o un mercato del pesce della Roma medievale e quattrocentesca hanno lasciato il posto alla la chiesa di San Benedetto in Piscinula; e in via Anicia 12 con la visita al Chiostro quattrocentesco della Confraternita di San Giovanni Battista dei Genovesi; prima di arrivare a Piazza Santa Cecilia e fare uno spuntino con Pizza e Mortazza!

Nove tappe e visite guidate esclusive che riprendono dalla visita del Chiostro, della Chiesa del Salvatore, della Cripta e della Taverna Spagnola del Complesso Monumentale di San Michele, con intrattenimento e caramelle per i bambini, e dopo Ripa grande, l'arrivo a Piazza San Bartolomeo all'isola.

Una #FAIMARATHON ideale per riscoprire il rapporto città-fiume e scorci suggestivi e poco conosciuti di Trastevere alla quale è facilissimo partecipare.

Per iscriversi alla Faimarathon basta presentarsi domenica 12 ottobre, presso i banchi FAI al punto di partenza del percorso, dalle ore 10.00 sul'Isola Tiberina, in Piazza San Bartolomeo all'Isola 22, fino alle ore 16.00 (ultima registrazione alle ore 14.30),

Per chi decide di iscriversi al FAI (o rinnova la sua iscrizione) dal primo ottobre, la partecipazione alla FAIMARATHON è gratuita, per gli altri la quota di partecipazione per persona è di 4 Euro se ti iscrivi online, 10 euro per chi si iscrive direttamente in piazza, ma per chi partecipa con la famiglia, i figli minorenni non pagano.

A tutti verrà consegnato il kit del maratoneta culturale, che consiste in zaino, pettorina, itinerario della maratona, biglietto d'ingresso omaggio in uno dei luoghi di cui il FAI si prende cura e un adesivo a sostegno della campagna Ricordati di salvare l'Italia.

A ottobre ricordati di salvare l'Italia con il FAI

Foto | Wikipedia - FAI (link su foto)

  • shares
  • Mail