La settimana dei Municipi. La conta dei danni

pigneto All'indomani del terribile nubifragio di cui è stata vittima la Capitale si fa la conta dei danni, strada per strada, quartiere per quartiere. Sono numerosi gli edifici scolastici che non sono utilizzabili: tetti non hanno retto e l`acqua ha divelto controsoffitti, invaso stanze, scale ed altri spazi.

La situazione delle scuole di Roma dopo il nubifragio "e' inaccettabile" sbottano i ragazzi della Federazione degli Studenti di Roma che rilevano come “ moltissime scuole hanno avuto problemi di agibilita', dal Darwin, all'Albertelli al Socrate dove e' crollato il controsoffitto, passando per scuole come l'Orazio e il Croce dove si sono allagate parti intere dell'edificio".

E' accaduto ad esempio nel Municipio Roma IX: insegnanti e coordinatrici del Nido Ranocchio Scarabocchio, Piccolo Girasole, Aquilone Colorato, Acquerello hanno dovuto chiedere ai genitori dei bimbi di venirli a prendere, come alla Materna Ranocchio Scarabocchio ed alle Elementari di Viale E. Spalla e di Via Ostiense (Principe di Piemonte).

"Le piogge straordinarie hanno comportato danni in tutto il territorio del Municipio XV che vanno dall'allagamento di scuole e sottopassi all'evacuazione di scuole, garage e piani interrati", spiega Augusto Santori, consigliere del Pdl del Municipio XV.

"Il caso più grave è quello della materna di Via Greve alla Magliana e della media Nino Rota a Villa Bonelli - insiste Santori - ove corridoi, buona parte delle aule e bagni sono allagati e inagibili a tal punto da contattare i genitori dei bambini per riportarli a casa. Allagato anche ponticello di Via Baffi al Portuense e quello di Parco dei Medici a Magliana Vecchia. Allagata anche Via Marchetti all'incrocio con Via della Magliana e Via Mecozzi all'imbocco del GRA.Si riscontrano allagamenti di box e scantinati anche a Portuense, Trullo e Magliana Nuova".

Nel quartiere della tragedia della morte di un immigrato per annegamento, all'Infernetto, Municipio XIII quattrocento famiglie sono a rischio evacuazione. “All'Infernetto e' morto un uomo di 33 anni dello Sri Lanka ed e' una terribile tragedia anche perche' ha lasciato un moglie e un figlio. Se il nubifragio ci fosse stato durante la notte, pero', sarebbe potuto succedere anche di peggio perche' nella zona si sono allagati tutti i seminterrati, spesso vengono utilizzati in maniera impropria come abitazioni”,ha detto il minisindaco Giacomo Vizzani.

"Il problema e' che non esiste una rete fognaria per acque reflue e le responsabilita' sono ataviche. Le precedenti amministrazioni hanno male utilizzato gli oneri concessori che, al posto di finanziare le opere di urbanizzazione primaria e secondaria, sono stati usati per coprire i debiti fuori bilancio del Comune di Roma", ha continuato.

E' stata una settimana “calda” anche per le conseguenze dei violenti intrusi nel corteo degli Indignados di sabato scorso. Il sindaco ha vietato i cortei per un mese in centro storico, nel Municipio I, in cui saranno possibili solo manifestazioni stanziali, da tenersi solo in piazza Bocca della Verita', piazza Santi Apostoli, piazza della Repubblica, Circo Massimo, piazza Farnese, piazza San Giovanni, piazza del Popolo e le sedi istituzionali secondo le prescrizioni della Questura di Roma.

Contestazioni ancora in corso nella ricerca del nuovo sito per le due discariche post Malagrotta. E dopo Riano, anche Corcolle protesta.
'Qui ci sono corsi d'acqua, probabili sorgenti e soprattutto ci sono esondazioni. Quando esonda l'acqua arriva sulla via Polense a ridosso della cava. Il rischio e' vedere una discarica che galleggia che e' impropobil ha detto sulla difensiva il presidente del Municipio VIII Massimiliano Lorenzotti che ha accompagnato il sottosegretario ai Beni Culturali Francesco Giro nella visita a Corcolle

Passando a buone notizie, è stata inaugurata al Pigneto la biblioteca Mameli, nel Municipio VI, con un patrimonio di 23.000 libri, postazioni internet, spazi lettura anche all'aperto, libri in lingua straniera e dedicati all'utenza svantaggiata, sala incontri, emeroteca, spazio proiezioni, sezione ragazzi e punto ristoro.

Si tratta di uno dei municipi a maggiore densita' abitativa della Capitale, che s'inserisce in un contesto urbano molto frequentato da popolazione giovanile, anche per la vicinanza con l'universita' La Sapienza, e da un'alta percentuale di migranti dell'area sud asiatica, dell'Africa e dei Paesi arabi. Anche a loro si rivolge l'offerta culturale, con una sezione di libri in lingua.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail