10 ottobre 2014: venerdì nero a Roma con strade chiuse e bus deviati da Grillini, corteo casa e scuola

Tra cortei della scuola, per la casa, e feste a Cinque stelle, che chiudono strade e deviano la mobilità, venerdì 10 ottobre 2014 a Roma rischia di essere nero.

ITALY-STUDENTS-DEMO

A Roma venerdì 10 ottobre rischia di essere nero, indipendentemente del sole, a causa dell'inizio della festa 'Italia a 5 stelle' nell'arena del Circo Massimo, e manifestazioni di protesta che sfilano con la scuola e i movimenti per la casa, chiudendo strade, deviando la mobilità, e il trasporto pubblico già messo a rischio dallo "sciopero bianco" degli autisti Atac.

Senza smontare critica e polemica, nel cantiere del Circo Massimo si continua l'allestimento del palco (16x20 metri), i 20 gazebo 3x3, gli spazi per i dibattiti e l'area accoglienza, dal lato della Bocca della Verità, pronti ad accogliere la tre giorni a Cinque Stelle, inaugurata venerdì dalla Grillo-convention, seguita dagli interventi degli eletti, forse anche l'intervento di Edoardo Bennato, mentre l'antica area si popolerà di sostenitori del Movimento 5 stelle, curiosi e critici, insieme al drappello di forze dell'ordine, addetti stampa, dell'evento ecc.

Una tre giorni che dalle ore 15 di venerdì 10 ottobre, fino a cessate esigenze di domenica 12, nella zona del Circo Massimo, chiude al traffico via dei Cerchi, deviando il percorso delle linee C3, 53, 80, 81, 85, 87, 160, 160F, 186, 628 e 810, da piazza di Porta Capena su via del Circo Massimo e via dell'Ara Massima Di Ercole.

Professori, studenti liceali e universitari romani, centri sociali, attivisti dei movimenti e sindacati come la Flc Cgil e i Cobas, di uno dei uno dei 90 cortei italiani che manifestano contro il Piano Scuola del governo Renzi, le politiche sul diritto allo studio e il Jobs Act, dalle 9 (9.30) alle 14 (circa), sfilano da piazza della Repubblica a Santi Apostoli.

Il corteo percorrendo via Terme di Diocleziano, via Giovanni Amendola, via Cavour, largo Corrado Ricci, via dei Fori Imperiali, piazza Venezia e via Cesare Battisti, salvo deviazioni e blitz dell'ultimo minuto, devia il percorso delle linee H, 5, 14, 16, 30, 40, 44, 46, 53, 60, 61, 62, 63, 64, 70, 71, 75, 80, 80B, 81, 82, 83, 85, 87, 105, 160, 170, 360, 492, 590, 628, 649, 714, 715, 716, 780, 781, 810, 910 e 916. 

Contemporaneamente, il sit-in davanti al ministero dell'Istruzione di viale Trastevere, in caso di occupazione di viale Trastevere provvederà a deviare anche le linee 3, H, 8, 44, 75, 115 e 780.

Venerdì parte anche la settimana europa di mobilitazioni per il diritto all'abitare, inaugurata dalle ore 8.30 con un presidio a piazzale Clodio, in occasione dell'udienza per Paolo Di Vetta e Luca Fagiano, due dei leader dei movimenti per il diritto all'abitare, agli arresti domicialiri da quasi cinque mesi per gli episodi di violenza commessi il 31 ottobre 2013 a danno di poliziotti e carabinieri schierati in via del Tritone, durante lo svolgimento della Conferenza Stato-Regioni.

Alle ore 10 i manifestanti si muoveranno in corteo fin sotto la Rai, continuando ad animare con "studenti, occupanti e facchini" lo "sciopero sociale e metropolitano contro il governo Renzi" del 16 ottobre e il corteo cittadino con partenza da Centocelle il prossimo 18 ottobre.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail