I mondiali di nuoto 2009 a Tor Vergata - La città che verrà



Un palazzetto dello sport da 13.000 posti a forma di conchiglia tropicale al centro di una grande piazza di forma analoga a quella del circo Massimo ma grande tre volte tanto. Quattro piscine olimpioniche in tutta la Regione (a Frosinone, Tivoli-Guidonia, Anguillara, Monterotondo) per far allenare gli atelti. E poi ancora la ristrutturazione del complesso delle piscine del Foro Italico.

E’ entrata nel vivo la corsa ai mondiali di nuoto di Roma del 2009 e la Capitale, ma anche tutto il resto della regione, ha deciso di attrezzarsi al grande evento per tempo. Al centro della grande manifestazione sportiva ci sarà il nuovo grande polo sportivo-universitario di Tor Vergata. Lì, accanto al grande pratone dove Giovanni Paolo II celebrò la giornata per la gioventù del Giubileo, sorgerà il nuovo stadio del nuoto (vedi foto) firmato dall’architetto spagnolo Santiago Calatrava, una vera e propria star internazionale, il nuovo rettorato universitario ed una serie di strutture archiettoniche di grande qualità come il futuro campus di Roma II che resteranno poi al servizio di quello che diventerà, di fatto, una delle nuove centralità urbanistiche della città.

E poi ci saranno loro, gli atelti. Le grandi star italiane hanno già fatto sapere che vorranno essere della partita, Massimiliano Rosolino in primis: “Non potrò non esserci – ha detto oggi alla presentazione del piano di investimenti della Regione Lazio per le nuove piscine – Faticherei a smettere prima di questo grande evento”.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: