I bimbi romani a scuola di cinese


Mamma mia, spero che nella foto non ci siano scritte parolacce… beh, potranno dircelo, tra qualche anno, i bambini residenti tra Casal Palocco e Vitinia (Municipio XIII) che frequenteranno il primo corso pubblico di cinese che sarà a breve avviato presso la scuola elementare Carotenuto-Giardino di Roma.

L’iniziativa è nata in collaborazione con l’associazione culturale La Sorgente e con il Chinese Institute e consiste in un corso di due ore a settimana per un percorso complessivo che si articola in 4-5 anni di studio, rivolto ai bimbi di età compresa tra i 6 e i 10 anni, cioè coloro che tra 10-15 anni si affacceranno al mondo del lavoro che, secondo previsioni condivise, sarà dominato da colosso asiatico.

Il cinese, in effetti, già oggi è la lingua più parlata al mondo e i nostri bimbi la impareranno grazie al metodo della ‘giocolingua’, ossia attraverso il gioco, le canzoncine e brevi audiovisivi. Gli esperti assicurano che imparare una lingua anche tanto diversa dalla propria, entro i 9 anni, è semplice e diventa qualcosa che non si dimentica più.

Ma la questione, forse, è un’altra: se sia giusto o no, crisi a parte, iniziare a preparare il futuro dei nostri figli così presto, ‘obbligandoli’ allo studio di qualcosa che ancora non possono scegliere autonomamente e sottraendo loro ore di gioco, pur non molte. Non esiste una risposta, o meglio: ognuno conosce quella giusta per sé, ma ci interessa sapere come la pensate.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: