Piazza Navona e Fontana di Trevi vietate ad eventi e manifestazioni

06 zoom - Fulmini Romani

Oramai è ufficiale, il 31 dicembre 2011 dovrà farsi carico di un sacco di scadenze, alle quali si aggiunge quella dell’ennesima 'ordinanza' firmata dal nostro sindaco Alemanno, mirata a “vietare agli Uffici preposti dell’Amministrazione Capitolina di rilasciare concessioni di suolo pubblico per eventi e manifestazioni nell’area di piazza Navona e della Fontana di Trevi”.

Metaforicamente gli ultimi atti vandalici subiti da Fontana di Trevi e dalla Fontana del Moro in piazza Navona, hanno fatte traboccare un vaso già pieno, mentre nei fatti hanno offerto l’occasione per tutelare il patrimonio pubblico della Città di Roma, vietando eventi e manifestazioni in grado di minacciarlo.

Nell’attesa di ascoltare l’eco di tuoni e fulmini scatenato dal protocollo sui cortei siglato con i sindacati nel 2009, ci aggiungiamo anche quello che solleveranno le eccezioni del divieto, che questo si estenda o meno oltre la scadenza del 31 dicembre.

Tra gli esonerati dal divieto ci sono infatti il “mercatino di Natale e la festa della Befana” in piazza Navona, all’esercizio di professioni artistiche regolamentate (pittori, ritrattisti, caricaturisti ed artisti di strada) in piazza Navona, agli artisti di strada in piazza Fontana di Trevi, le riprese cinematografiche e televisive, e ovviamente gli eventi promossi ed organizzati dall’Amministrazione Capitolina.

Foto | 06zoom

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: