Meteo Roma: estate caldissima, autunno instabile, inverno 2014-2015 polare con neve

Le previsioni meteo passano dall'estate più calda degli ultimi 134 anni, all'autunno instabile, aspettando all'inverno più freddo degli ultimi 20 anni, con gelo e neve prevista anche a Roma.

Mentre il mondo intero marcia per il clima e politiche ambientaliste contro i cambiamenti climatici in vista del Summit d'emergenza dell'ONU, il tempo instabile continua a regalarci un calduccio senza piogge o allerta meteo, sebbene il sole continui a giocare a nascondino con le nuvole, come ha fatto per gran parte di questa estate romana 2014.

L'estate piovosa ma comunque calda, su scala globale l'estate più calda degli ultimi 134 anni per report del NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration).

Dati che possono sembrare sorprendenti a chi non ha fatto altro che alternare l'ombrello all'ombrellone, e lascerebbero presagire una tendenza analoga per il resto di questo 2014 che si prepara a salutare l'Equinozio d’Autunno del prossimo 23 Settembre, alle ore 02:29 (Utc).

Un passaggio astronomico che già normalmente espone il nostro stivale in maniera più consistente al flusso atlantico e al tempo generalmente più variabile e meno stabile rispetto alla stagione appena trascorsa.

Una tendenza che rischia di deludere chi continua a sperare in un passaggio dolce dalla stagione calda a quella fredda, magari ad una delle celebri ottobrate romane che guardano gli uccelli migrare, qualcuno andare in letargo, altri in ciabatte, mentre tutti perdono il pelo (ma mai il vizio), senza doversi preoccupare di diluvi universali e piaghe d'Egitto, al massimo la solita protesta.

Sembra attendibile aspettarsi un ottobre 2014 caratterizzato da un diffusa variabilità, con le intense perturbazioni che continueranno ad allagare strade dissestate, caditoie ostruite da detriti, abbattere alberi malandati e inondare coste erose.

Sull'Italia la prima parte del mese di Novembre 2014 potrebbe essere dominata dall’alternanza di impulsi atlantici a momentanee fasi stabili, seguita da un clima più mite ma secco al Nord e Medio Tirreno a causa della maggior interferenza dell’anticiclone delle Azzorre.

Di sicuro per ora sembra esserci l'arrivo dell'influenza autunnale nelle prime settimane di novembre 2014, con un picco previsto sotto Natale 2014, per una variante che non dovrebbe rivelarsi particolarmente violenta, ma pronta a mettere a letto qualcosa come 4 milioni di italiani, affetti (più o meno) dagli stessi sintomi di sempre, con il solito vaccino raccomandato ai soggetti più a rischio.

Tra chi ha già messo le catene nel portabagagli della macchina e chi si gratta (così, tanto per... hai visto mai), in giro non mancano le previsioni per questo inverno 2014-2015, pronto a sfilare (non senza picchi di ironia) con gelo, temperature siberiane e neve a bassa quota che non sembra risparmiare neanche Roma, con forti probabilità nella terza decade del mese di Gennaio, come del resto è già accaduto (nel Giornale Luce il 5 gennaio 1940) e continua ad essere bramato e temuto, con sale, piano neve e piano freddo sempre pronti.

Neve a Roma

Una stagione invernale descritta dagli esperti come una delle più fredde e nevose degli ultimi 20 anni, soprattutto nei mesi di dicembre, gennaio e febbraio con temperature che renderanno necessario arricchire il kit d'emergenza con guanti, sciarpe e cappelli.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail