Casilino, guardia giurata uccide l’ex compagna: “È stato un incidente”

Il colpo sarebbe partito accidentalmente, ma l'esatta dinamica è ancora al vaglio degli inquirenti.

omicidio-casilino

18.15 - Non c’è stato nulla da fare. La 27enne è deceduta poco dopo il suo arrivo in ospedale.

Tragedia familiare in un appartamento di via San Biagio Platani, a Tor Bella Monaca, dove intorno alle 15 di oggi una donna di 27 anni è stata raggiunta alla testa da un proiettile partito accidentalmente dall’arma dell’ex compagno, una guardia giurata di 40 anni.

I contorni di questa vicenda sono ancora da definire, ma stando alle prime informazioni il colpo sarebbe partito per sbaglio mentre la coppia si trovava a casa dei genitori della 27enne. L’uomo, dopo essere uscito da lavoro, si sarebbe recato lì per salutare il figlio, presente in casa al momento della tragedia.

Non è chiaro perchè l’uomo stesse maneggiando l’arma quando il colpo è partito o se tutto è accaduto mentre si stava togliendo la fondina. Quello che è certo è che il proiettile calibro 21 ha raggiunto l’ex compagna alla nuca.

Le condizioni della giovane sono disperate. Subito dopo l’incidente è stata trasportata al policlinico di Tor Vergata, dove i medici non hanno potuto far altro che constatare la morte cerebrale. Mentre si attendono aggiornamenti dalla struttura, il 40enne è stato condotto al commissariato Casilino per essere interrogato.

  • shares
  • Mail