Roma arDente: Pomodori Verdi Fritti a Casal Palocco


È ispirata all’omonimo film questa chiassosa pizzeria, ritrovo di giovani e famiglie nella zona residenziale di Casal Palocco, uno dei tanti quartieri che tengono unita la città al mare. Anche nell’arredamento la sala e la grande veranda chiusa ricordano il Whistle Cafè degli anni Trenta che fa da sfondo alle vicende narrate in Pomodori verdi fritti, che lì venivano serviti alla fermata del treno (a proposito: quanto dista la stazione di Acilia?).

Pareti bianche, credenza di legno in arte povera laccata anche questa di bianco e tovaglie a scacchi verdi, proprio verde pomodoro, completano l’atmosfera di questa pizzeria un po’ particolare che a chi preferisce mangiare altro offre una discreta varietà di insalatone e diversi tagli di ottima carne argentina.

Il mio consiglio è di prenotare dopo le 21, che a Roma è l’orario tipico degli appuntamenti per cena, in modo da trovare la sala svuotata e meno rumorosa, e poi di aprire la serata con un fritto misto davvero ricco e invitante. Non dovete perdervi (ma quelli vanno ordinati a parte) i famosi pomodori verdi fritti, specialità della casa (dove li troveranno, poi?) che sono impanati e, appunto, fritti in padella, serviti caldi e accompagnati da una salsa tartare generosa di aglio.

Divertente anche il sistema della pizza alla pala, che arriva su taglieri di legno già porzionata: ogni commensale ha il diritto di scegliere un gusto; al nostro tavolo di salutisti hanno stravinto le varietà con fantasia di verdure e la mitica Ciao Italia, che con mozzarella pomodorini e rughetta riproduce la cromaticità della bandiera nazionale. A bilanciare la salubrità, per fortuna qualcuno aveva optato per la diavola: un concentrato di gusto e calorie a base di salamino piccante e peperoni.

Dicevo che c’è anche chi fritto e pizza non li prende, ma si consola rapidamente con una gustosa bruschetta al pomodoro e una bella tagliata di manzo, forse un tantino cotta ma poco grassa, con contorno di cicoria all’agro. Acqua, birra, coca e aranciata annaffiano il pasto, che si conclude con una torta di compleanno portata da fuori e servita con le bollicine di un Ferrari brut. Se si escludono bevande e spumante, offerte dal festeggiato, il resto dell’esborso pro capite è inferiore ai 20 euro. Come direbbe qualcuno: si può fare.

Foto | Flickr

Pomodori verdi fritti
I pomodori verdi fritti

  • shares
  • Mail