La Tana della Lupa: La vittoria "schiaccia" pensieri


Ce l'abbiamo fatta. L'ultima vittoria della Roma risale alla scorsa primavera. Insomma nonostante la piacevole sorprendente pazienza dei tifosi, qui ci stavamo un po' stufando. Siamo onesti.

Che poi ieri non è stata proprio una cavalcata trionfale. Diciamolo subito. Il Parma spreca il pareggio per un passaggio mancato. Capita. Il gioco giallorosso fa ancora molta fatica a farsi vedere. Ma dopo il goal molto bello (costruito dall'asse criticatissima Rosi-Osvaldo) abbiamo visto qualcosa.

Tiki-toke che finalmente produce personalità non solo onanistico possesso della palla. Scambi stretti, verticalizzazioni, attaccanti che incrociano. Non a caso goal e occasione successiva vedono Osvaldo nella posizione che gli compete (mentre per l'esultanza non ci siamo proprio, le blasfemie a Roma non sono gradite).

Luis dimostra di non avere una mentalità granitica, per lo meno i giocatori non se la passano solo indietro. Totti si danna e per poco non confeziona una perla delle sue. Borini mi ricorda Rizzitelli, per la grinta. Pjanic deve prendere la mira, la stoffa c'è.

Le noti dolenti arrivano dalla difesa. O meglio, dalla scucitura tra reparti. A parte un immenso Heinze (finalmente un altro cattivo, più reattivo anche di Burdisso, questi due ci faranno esaltare quando il gioco si fa duro) e l'ottimo De Rossi, c'è un po' troppo affanno. Kjaer che era sembrato così attento stavolta rischia di farsi buttare fuori. Angel perde tragicamente il duello con Biabiany (ma perché intestardirsi?). Perrotta corre come sempre, ma perde i pezzi.

Bojan è ancora un po' un pesce fuor d'acqua. Ma ci fidiamo. Il ragazzo si farà. Abbiamo rivisto Simplicio (e non abbiamo dormito proprio serenamente..). Abbiamo visto Cassetti uscire piuttosto scuro. Lo capiamo. Ora c'è la capolista. L'Atalanta priva di 6 punti e forse per questo feroce...Si trema. Con questo direi che la Serie A, forse si dovrebbe chiamare serie B1, e la cadetta serie B2. Ne convenite?

Ad ogni modo qui nessuno vola alto per fortuna, almeno per ora. Abbiamo aspettato Spalletti a lungo. Abbiamo aspettato Vucinic. Abbiamo aspettato Voeller. Mettemose comodi.. và!

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: